Politica - 01 marzo 2019, 20:02

Pinerolo, sul destino dei laboratori di analisi confronto accesso tra l'assessore regionale Saitta e quello cittadino Pezzano

"La città perde 500 mila euro di valorizzazione". La replica di Saitta: "Questa è una soluzione ponte, il servizio non cambierà e costerà meno"

Pinerolo, sul destino dei laboratori di analisi confronto accesso tra l'assessore regionale Saitta e quello cittadino Pezzano

Confronto acceso a Pinerolo tra l'assessore regionale alla Sanità Antonio Saitta e l'assessore cittadino Lara Pezzano.

Durante l'incontro che si è tenuto oggi nel salone dell'Engim di Pinerolo, Pezzano (M5S) è tornata alla carica sulla vicenda del laboratorio analisi, chiedendo perché si faccia una riforma che comporta "un aumento dei costi di trasporto di un milione di euro e faccia perdere a Pinerolo 500 mila euro di valorizzazione". 500 mila euro è la stima di quanto l'Asl TO3 dovrà versare al San Luigi di Orbassano e al Mauriziano di Torino per l'attività di analisi delle provette, oggi svolta a Pinerolo.

"Torinoggi" ha chiesto all'assessore regionale (di area Pd) i dati: quale percentuale del ticket di chi fa i prelievi nell'ospedale di Pinerolo o di Rivoli verrà versata a San Luigi e Mauriziano, qual è la cifra annua stimata, come veniva impiegata prima e come verrà impiegata dopo. Saitta ha risposto che lavorerà per fornire i dati, ma ha spiegato, come nel suo intervento in risposta a Pezzano, che non bisogna confondere organizzazione con servizio: "Il servizio non cambierà e costerà meno".

A punzecchiare l'assessore anche Piero Rostagno del Comitato Val Pellice che si occupa di sanità: "Se il laboratorio funziona, ci motivino lo spostamento. Se volete fare investimenti al Maurizio ditelo". Saitta ha chiuso dicendo che questa è "una soluzione ponte e il ruolo del Mauriziano in futuro verrà rivisto".

Marco Bertello

Ti potrebbero interessare anche:
SU