Cronaca - 03 marzo 2019, 14:10

La casa era un inferno: dopo 18 anni di sofferenze denuncia il marito violento

In manette un cittadino rumeno di 37 anni con l'accusa di maltrattamenti in famiglia

La casa era un inferno: dopo 18 anni di sofferenze denuncia il marito violento

Un incubo che ha trovato la sua fine soltanto dopo 18 anni, quando una donna da sempre vittima delle violenze del marito ha trovato la forza e il coraggio di denunciare l'uomo, un rumeno di 37 anni, finito in manette dopo l'intervento degli agenti di Polizia.

A far prendere la decisione alla moglie, l'ennesimo episodio durante il quale la donna ha temuto per i due figli minorenni. Era la tarda serata di giovedì nel quartiere Madonna di Campagna: l'uomo è tornato a casa ubriaco e ha cominciato a minacciare di morte la moglie, prendendo a calci mobili e tutto ciò che gli capitava a tiro. Davanti agli occhi dei figli urlava e percuoteva violentemente le porte delle camere di casa facendo rompere i vetri di due di queste.

E così, stanca e terrorizzata, dopo 18 anni di vessazioni (di cui 14 di matrimonio e 4 di fidanzamento) la moglie ha chiesto aiuto alla polizia. Gli agenti della Squadra Volante, giunti immediatamente sul posto, hanno arrestato il 37enne rumeno per maltrattamenti in famiglia. L’uomo è stato anche denunciato per resistenza a Pubblico Ufficiale.

M.Sci

Ti potrebbero interessare anche:
SU