Economia e lavoro - 25 giugno 2019, 15:42

Torino tiene a battesimo Tetra, la prima pala meccanica a metano che abbatte costi ed emissioni

Presentato oggi in anteprima europea il nuovo progetto di CNH Industrial: può funzionare anche con carburante ottenuto da rifiuti organici, si accende a distanza e si avvia solo se riconosce la faccia di chi la guida

Torino tiene a battesimo Tetra, la prima pala meccanica a metano che abbatte costi ed emissioni

Si chiama Tetra, ma non ha nulla di spaventoso. Anzi, apre uno squarcio di futuro nel mondo dei mezzi meccanici. Si tratta infatti della nuova frontiera di CNH Industrial e in particolare di Case, lo storico marchio che da 175 anni opera nel settore del movimento terra e che oggi fa parte del Gruppo CNH, portando in dote 3 miliardi di fatturato nel 2018.

Tetra è una pala meccanica, su quattro ruote, come quelle che si vedono spesso nei cantieri in città. Ma ha una particolarità che la rende unica: è la prima al mondo a essere alimentata a metano. Ecco perché "Tetra", dal greco “quattro”: quattro come gli atomi di idrogeno che si combinano con il singolo atomo di carbonio componendo la formula chimica del metano (CH4). E ha fatto il suo debutto questa mattina, presso il CNH Industrial Village di strada Settimo 223, alla ribalta europea.

"L'alimentazione a metano - spiegano i responsabili del progetto - consente un significativo risparmio dei costi di esercizio, dal 10% al 30% rispetto all’acquisto di gasolio. Inoltre, se alimentato a biometano (cioè metano prodotto da rifiuti organici, scarti agricoli e così via), il concept Tetra genera, rispetto ai veicoli diesel equivalenti, il 95% in meno di CO2, il 90% in meno di biossido di azoto e il 99% in meno di particolato, con una diminuzione complessiva delle emissioni dell’80%".

Se utilizzata in un impianto di trattamento dei rifiuti in grado di produrre biometano, dunque, Tetra potrebbe addirittura “autoalimentarsi” (facendo il pieno con il gas prodotto dai rifiuti che lei stessa ha lavorato).

Il motore a Gas Naturale Compresso da 230 CV è stato sviluppato da FPT Industrial, altro marchio del Gruppo CNH Industrial. Garantisce un giorno intero di autonomia e assicura il 50% di rumorosità in meno durante la marcia: rumori dimezzati che rendono Tetra perfetta per operare in ambienti urbani.

Design innovativo, alimentazione futuristica, ma non solo: Tetra sembra davvero un passo in avanti verso la fantascienza: è in grado infatti di attivare la sequenza di avviamento attraverso il riconoscimento facciale: solo se riconosce l’operatore, la macchina si accende. È anche possibile, attraverso uno scanner della retina oculare su un cellulare connesso, comandare a distanza l’accensione del motore, per esempio per iniziare a sghiacciare il parabrezza e riscaldare (o raffreddare) la cabina a distanza.

Il marchio Case è presente in Italia con due stabilimenti produttivi, a San Mauro e Lecce, gli unici impianti di produzione di macchine movimento terra del gruppo CNH Industrial in Europa. In entrambi i siti sono operativi altrettanti centri di Ricerca & Sviluppo del segmento Construction, rendendo San Mauro e Lecce i due stabilimenti dove viene progettata, industrializzata e prodotta una vasta gamma di macchine per le costruzioni, per lo più destinate all’esportazione.

In particolare, lo stabilimento di San Mauro Torinese è destinato alla produzione di escavatori cingolati e gommati e miniescavatori e impiega circa 550 dipendenti. A Lecce, stabilimento fondato nel 1970, vengono invece prodotte pale gommate (anche compatte), terne, movimentatori telescopici e motolivellatrici e il sito dà lavoro a oltre 600 persone.

CNH Industrial in Italia occupa circa 17.500 lavoratori distribuiti in 14 siti produttivi e 12 centri ricerca e sviluppo.

M.Sci

Ti potrebbero interessare anche:
SU