Eventi - 28 luglio 2019, 16:20

La Valchiusella accoglie Cinemambiente, tra passeggiate e proiezioni all'aperto

Dal 1° all’11 agosto nei Comuni di Brosso, Issiglio, Rueglio, Traversella, Val di Chy, Valchiusa, Vidracco e Vistrorio

La Valchiusella accoglie Cinemambiente, tra passeggiate e proiezioni all'aperto

Dal 1° all’11 agosto torna CinemAmbiente in Valchiusella. Dopo l’esordio che lo scorso anno ha fatto registrare un successo superiore a ogni aspettativa, la rassegna - organizzata dall’Associazione Cinemambiente in collaborazione con la Società Operaia di Mutuo Soccorso di Drusacco e con il Circolo Chiusellavivo di Legambiente - si presenta con una seconda edizione arricchita e ampliata, realizzata con il sostegno del Consorzio Bacino Imbrifero Montano della Dora Baltea Canavesana.

Il cartellone abbinerà otto film a tema ambientale, con incontri, laboratori, iniziative naturalistiche, letterarie e gastronomiche secondo la formula itinerante già sperimentata, coinvolgendo tutti i Comuni della valle.

Tante le realtà territoriali ed extraterritoriali che quest’anno contribuiscono alla manifestazione con servizi e iniziative di vario genere, tra cui i volontari di Service Civil International. Inoltre, il Comune di Vidracco metterà a disposizione dei turisti un’area di campeggio libero, fornita di servizi gratuiti, prenotabile fino a esaurimento dei posti disponibili.

L’edizione 2019 della rassegna aderisce al progetto europeo Frame, Voice, Report!, con la realizzazione del webdoc multimediale Movies Save the Planet – Voices from East, reportage nell’area balcanica, dove i fenomeni legati ai cambiamenti climatici sono già oggi fortemente visibili. Nell’ambito del progetto, sono stati realizzati appositamente per CinemAmbiente in Valchiusella alcuni brevi video-messaggi, che apriranno le proiezioni serali.

Si comincia giovedì 1° agosto a Brosso, con una giornata dedicata alla “Civiltà mineraria”, alle trasformazioni ambientali e sociali indotte in territori e comunità dallo sfruttamento delle risorse del suolo. Dopo la passeggiata nelle miniere di Brosso e una visita guidata al Museo Mineralogico Brossese, l’appuntamento cinematografico serale è con il film francese Une vie meilleure, di Grégory Lassalle, ambientato nel nuovo El Dorado dei combustili fossili, la Patagonia settentrionale.

Venerdì 2 agosto ci si spota nel Comune sparso di Val di Chy, seguendo il tracciato “La nostra chimica quotidiana” per approfondire quali sono i rischi per l’ambiente e per la nostra salute implicati da un concetto di igiene spesso distorto ed esasperato e dall’uso massiccio di detersivi tossici e inquinanti. Dopo la passeggiata mattutina al Castello di Arondello e un laboratorio alla Cascina Meira sulla produzione di detersivi biologici, in serata verrà proposto il film Chemerical – Redefining Clean for a New Generation, di Andrew Nisker.

La terza tappa della rassegna sarà, sabato 3 agosto, a Rueglio, per una giornata dedicata al tema del “Fragile equilibrio”. Il menù propone una passeggiata naturalistica da Rueglio a Punta Spinalba, e, a seguire, SeMiScambi (dalle 10 alle 18), la Festa dello scambio (di semi, piante, dischi, libri, abiti, idee, progetti…) abbinata al mercato artigianale e dei prodotti a km 0. Nel tardo pomeriggio verrà inaugurata da Gianni Tarello, presidente della Cooperativa Valli Unite del Canavese, e da Gabriella Laffaille, sindaco di Rueglio, la casetta in legno di Bibò – Biblioteche dei boschi, che rappresenta la prima fase di un progetto di respiro nazionale volto a costituire spazi diffusi di book crossing e di promozione della lettura nei piccoli comuni. In serata, proiezione del film Frágil Equilibrio, dello spagnolo Guillermo García López.

L’appuntamento conclusivo della prima settimana della rassegna, il 4 agosto, a Issiglio, è dedicato a “Gli ultimi animali”, con il film The Last Animals, con cui la regista statunitense Kate Brooks affronta il dramma del massacro in Africa di elefanti e rinoceronti bianchi settentrionali.

Nei primi giorni della seconda settimana della rassegna il cartellone propone un intermezzo culturale-gastronomico, che rappresenta una novità di quest’edizione.

Lunedì 5 agosto, presso la Sala polivalente di Lugnacco, verrà organizzata una cena, a cura di SlowFood Valchiusella (alle 20.30), che coniugherà tradizione e innovazione, valorizzando i prodotti locali e una filiera territoriale in grado di conservarsi nel tempo naturalmente biologica.

Nei giorni successivi il cartellone proporrà due aperitivi letterari. Il primo, martedì 6 agosto, a Rueglio, con Gianluca Favetto, che presenterà il suo nuovo libro Si chiama Andrea. Il secondo, mercoledì 7 agosto, nel Padiglione del Lago di Meugliano, prevede il reading Primo Levi e la montagna, a cura di Enrico Camanni.

Giovedì 8 agosto la rassegna fa tappa nel Comune sparso di Valchiusa con una giornata dedicata al tema “Paesaggio e cambiamenti climatici”, dove sarà proiettato The Human Element di Matthew Testa, il film che ha inaugurato l’ultimo Festival CinemAmbiente. La serata sarà introdotta da Luca Mercalli, presidente della Società Meteorologica Italiana, e da Roberto Ronco, direttore della Direzione ambiente, governo e tutela del territorio della Regione Piemonte.

Venerdì 9 agosto, a Traversella, appuntamento con Chasing Ice di Jeff Orlowski, lungometraggio-reportage sull’eccezionale impresa Extreme Ice Survey, con cui il fotografo statunitense James Balog ha documentato per un anno l’evoluzione dei ghiacciai artici.

Infine, nel weekend conclusivo, gran finale sabato 10 con una performance musicale del torinese Lorenzo Giorda, meglio conosciuto come Lord Theremin, che abbticipa il lungometraggio Ubiquity dell’olandese Bregtje van der Haak. Seguirà un incontro con Paolo Orio, presidente dell’Associazione Italiana Elettrosensibili.

La rassegna si concluderà domenica 11 agosto, a Vistrorio, con una giornata dedicata a “Un mondo in pericolo”, al fenomeno della progressiva moria delle api, insetti fondamentali per l’equilibrio dell’ambiente e per la vita umana. Il film scelto per la chiusura è Un mondo in pericolo, dello svizzero Markus Imhoof. Seguirà un incontro con l’etologo Pier Molinario e con gli apicultori locali.

Tutti i film saranno presentati da Gaetano Capizzi, direttore del Festival CinemAmbiente.

Per informazioni: www.cinemambiente.it

Manuela Marascio

Ti potrebbero interessare anche:

SU