Politica - 08 agosto 2019, 18:46

Parco della Salute, Salizzoni lancia l'allarme: "A Torino non si può tornare indietro"

Il vice presidente del Consiglio regionale del Piemonte: "Il Governo non crede nei Parchi della Salute"

Parco della Salute, Salizzoni lancia l'allarme: "A Torino non si può tornare indietro"

"La mancata firma da parte della ministra Giulia Grillo al decreto sulla città della Salute di Novara è la dimostrazione che questo Governo non crede nei Parchi della Salute: se fosse per loro ci dovremmo tenere il Maggiore di Novara e le Molinette di Torino ancora per qualche secolo, fino al loro crollo" lo afferma Mauro Salizzoni, vice presidente del Consiglio regionale del Piemonte. 

"Fortunatamente per il Parco della Salute di Torino siamo ad uno stadio più avanzato della procedura, con risorse già stanziate e la manifestazione di interesse di tre gruppi. A settembre si potrà passare al dialogo competitivo e finalmente entrare nel vivo della progettazione. L’avversione dei 5Stelle e della ministra Grillo alla compartecipazione pubblico-privato non può diventare pretesto per ritardare o bloccare questo percorso. Siamo tutti concordi sul fatto che il pubblico debba mantenere un ruolo determinante nella gestione delle future strutture ospedaliere, ma ripensamenti su questo punto non sono accettabili, perché vorrebbe dire rinunciare a qualsiasi nuovo progetto. Per i Parchi della Salute di Novara e di Torino è ora che il Governo capisca che non c’è più tempo da perdere" ha concluso il consigliere del Partito Democratico.

Immediata la replica del gruppo consiliare del Movimento 5 Stelle in Regione: "Finalmente un Ministro della Salute, nel nostro paese, si preoccupa che gli investimenti nell'ambito della salute debbano abbiano criteri e principi di efficienza, efficacia ed economicità. Essendo terminata la campagna elettorale sarebbe il caso che esponenti politici, sia di maggioranza che di opposizione, si documentino prima di dare informazioni fuorvianti ai cittadini e la smettano di fare facile propaganda".

Comunicato Stampa

Ti potrebbero interessare anche:

SU