/ Nuove Note
Estate 2020 ad Abano Terme: intervista al sindaco Federico Barbierato

Salute e natura, cultura ed enogastronomia: sono questi i pilastri della proposta a "Km 0" del Comune di Abano Terme per l'estate 2020. Che tipo di vacanza verrà offerta? Come verranno accolti i turisti? Ne parliamo con il sindaco, Federico Barbierato

Pubblicato da Torino Oggi su Martedì 5 maggio 2020

Nuove Note | 06 ottobre 2019, 16:29

ALMA MÜDE: un’anima stanca che recupera il proprio equilibrio attraverso la musica

Il gruppo sta lavorando per far uscire prossimamente un loro disco autoprodotto.

ALMA MÜDE: un’anima stanca che recupera il proprio equilibrio attraverso la musica

Gli Alma Müde nascono dalla fusione di due diversi progetti musicali, il nome viene proprio da questo. Loro si definiscono un’anima stanca che attraverso la musica cerca di recuperare l’equilibrio minato dal vivere quotidiano. I loro brani raccontano esperienze e vissuti, storie di solitari e del desiderio e delle emozioni di questi. Il gruppo sta lavorando per far uscire prossimamente un loro disco autoprodotto.

 

Come si sono formati gli Alma Müde?
Gli Alma Müde sono nati da due diversi progetti. Il primo era del gruppo principale nato nel 2005, che ha cambiato diversi nomi, mentre il secondo gruppo era Der Mude, al quale ci siamo uniti nel 2013 e presentava un maggior respiro europeo.

 
Cosa vuol dire il vostro nome e perchè lo avete scelto?

Il nome viene dall’unione dei gruppi, Alma come anima e Mude che in tedesco vuol dire “stanca”. Un’anima stanca che attraverso la musica cerca di recuperare quell’equilibrio che viene minato dal vivere tutti i giorni in un mondo squilibrato.

 

Come nasce un vostro brano?

I nostri brani nascono dalle nostre esperienze, dai nostri vissuti e dalle cose in cui crediamo. Le parole hanno un peso fondamentale, dalla loro musicalità parte la scintilla per scrivere un nuovo pezzo. Ci hanno ispirato la storia e la vita degli ultimi. Talvolta uniti, come nel caso di “Avola 68”, brano che racconta della rivolta dei braccianti e della sanguinosa repressione che ne è seguita, talvolta separati. Raccontiamo spesso storie di solitari a cui nessuno vorrebbe essere accanto, dei loro desideri, emozioni ed esperienze.

 

Cosa volete trasmettere con la vostra musica?

Non abbiamo la pretesa di spiegare nulla a nessuno. La storia la riportiamo per come l’abbiamo letta e interpretata, così come il quotidiano. Ci divertiamo a raccontare le storie delle persone che incontriamo nella nostra vita.

 

Avete in programma di pubblicare brani nuovi o magari un Ep/disco?

Stiamo lavorando per l’uscita di un disco autoprodotto.

 

La vostra Torino musicale e non.

Torino, come dice Culicchia, è casa nostra. Rappresenta a livello musicale una continua ispirazione. Le nostre vite, pur proveniendo da posti diversi, si sono incontrate a Torino e questo incontro ci ha arricchito di contenuti, ma anche di sciocchezze felici che ci rendono le giornate allegre.

 

News, live in programma, appuntamenti.

Suoneremo al contest “Torino Sotterranea”, al Manhattan il 21 novembre e parteciperemo ancora una volta al concorso “Sotto i cieli di Fred” per il quale siamo stati sempre selezionati per le serate finali.

 Info su https://www.facebook.com/AlmaMude/


Federica Monello

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium