Cronaca - 01 aprile 2020, 20:53

Dieci morti in cinque giorni nella casa di riposo di Grugliasco: sindaco e Asl presentano esposto al Nas

Il 13 marzo un operatore socio sanitario era risultato positivo. La struttura aveva chiesto di eseguire i tamponi, ma non è mai giunta alcuna risposta

Dieci morti in cinque giorni nella casa di riposo di Grugliasco: sindaco e Asl presentano esposto al Nas

Il Comune di Grugliasco e l’Asl To3 hanno presentato un esposto ai carabinieri del Nas per chiarire quanto avvenuto nella casa di riposo San Giuseppe di Grugliasco, dove negli ultimi cinque giorni sono morte dieci persone.

Non è chiaro se gli ospiti, anziani con più di 85 anni, siano deceduti a causa del Covid-19 o per altre patologie. Di certo, il 13 marzo un oss era risultato positivo, con la direzione della struttura che aveva chiesto agli organi competenti di effettuare dei tamponi sia sui pazienti che sugli altri operatori, una quarantina circa. “Non è mai giunta alcuna risposta - spiega il sindaco di Grugliasco Roberto Montà - magari avrebbe aiutato ad avere un quadro preciso della situazione".

"L’operatore positivo e alcuni colleghi sono stati messi in isolamento, mentre gli altri hanno continuato a lavorare. Intanto per garantire la giusta assistenza agli ospiti, il Comune e l’Asl hanno assunto del personale attraverso una cooperativa, è stata fatta una sanificazione dei locali ma, ripeto, nessun tampone”. Tutti i decessi sono avvenuti all’interno della struttura, ma non vi è alcuna certezza che a causare la morte degli anziani sia stato il Covid-19.

“Negli ultimi giorni queste persone non hanno avuto alcun contatto con i familiari - osserva ancora il sindaco - spero adesso che le autorità facciano chiarezza. Il pensiero va anche agli operatori che lavorano giorno e notte alla casa di riposo e che poi, finito il turno, tornano a casa dalle loro famiglie con il timore di essere positivi”.

Marco Panzarella

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

SU