Attualità - 30 giugno 2020, 06:36

Ventidue progetti per l'estate dei punti verdi a Torino, dalle rive del Po alle periferie

Finanziati dal Comune, sostenibili dal punto di vista ambientale ed economico, prevedono l'esenzione totale della Cosap per le aree interessate. Online anche il bando "Cortili ad arte" della Fondazione Contrada Onlus. Appendino: "Città policentrica in ogni circoscrizione"

Ventidue progetti per l'estate dei punti verdi a Torino, dalle rive del Po alle periferie

Sono ventidue i progetti culturali estivi selezionati in seguito all’avviso pubblico del Comune per "Torino a cielo aperto". Di questi, i primi ventuno saranno finanziati dall'amministrazione attraverso la Fondazione per la Cultura, mentre l’associazione Acca, che si è classificata ventiduesima, pur non ricevendo un finanziamento, potrà accedere agli altri benefici previsti.

Il bando prevedeva che gli eventi, oltre a essere di natura aggregativa e diversificati per tipologia e per target, fossero sostenibili dal punto di vista ambientale ed economico, prevedendo anche la possibilità di una componente commerciale a supporto dell’impegno dei gestori. Tra i requisiti era inoltre richiesta la disponibilità a ospitare, nelle fasce orarie libere attività educative, di animazione sportiva e danza, proposte e realizzate da soggetti terzi.

Torneranno dunque l'Evergreen Festival al parco della Tesoriera, organizzato dall'associazione Tedacà, che avrà inizio sabato 4 luglio con il concerto jazz di Frubers in the sky. Tra gli altri appuntamenti finora annunciati, un dibattito con Vladimir Luxuria, serate in musica e danzanti con Simone Campa e l'Orchestra Terra Madre, il Centro Aziza, Tangram Teatro, lezioni di funambolismo con Andrea Loreni, l'indie di Fran e i pensieri molesti e un omaggio a Ezio Bosso, ex Xico degli Statuto, a cura del Festival Luigi Pirandello.

L'Imbarchino del Valentino, che ha riaperto dal 30 maggio, promuoverà momenti di relax e benessere, performance, listening session e anche tour guidati del parco. In programma il 5 luglio un "Sonic Picnic", dove tutti sono invitati a ritrovarsi nel grande prato di fronte al locale, con i propri strumenti musicali, per suonare improvvisando sul momento, a cura dei collettivi Pietra Tonale e Audio HackLab.

Da Off Topic spazio alle attività per i più piccoli, dal 2 luglio, con i laboratori di "Kids jst wanna have fun": uno spazio educativo per sviluppare le proprie attitudini attraverso il contatto con l'arte, il progetto e la creatività, percorsi di esplorazione tra materiali, scienza, danza, botanica, illustrazione e musica. E tutti i sabati e domenica, dalle 20.30 alle 21.30, i bambini potranno ascoltare le "Storie in cameretta" (formati nato sul web durante la quarantena, ora finalmente live) mentre i genitori ceneranno al Bistrò.

E, ancora, lo Zoe Community Fest dell'associazione Comala in corso Ferrucci, nell'ex cortile della caserma La Marmora, la rassegna "Estate a sud" organizzata dalla Fondazione della Comunità di Mirafiori con il Centro di protagonismo giovanile di strada delle Cacce, il "Giardino d'estate" a Hiroshima Mon Amour, walkscape e spettacoli per "Il coraggio di essere felici" di Stalker Teatro, nel cortile dell'oratorio della parrocchia Santa Famiglia di Nazaret, giardinaggio, conferenze e laboratori per tutta la famiglia al Mufant, cabaret e animazione per L'Arteficio nel giardino pubblico di via Carlo Ignazio Giulio 14/a.

Il Cap10100 già dal 18 giugno ha lanciato la rassegna estiva "This must be the place", che prevede concerti, degustazioni di vini, format radiofonici e una rassegna cinematografica a cura della Compagnia GenoveseBeltramo, in partenza il 2 luglio in collaborazione con Il Centro Nazionale del Cortometraggio (fino al 25, alle 22.30, tutti giovedì, venerdì e sabato sera).

Gli altri spazi coinvolti sono l'ex cimitero di San Pietro in Vincoli, l'area esterna dello spazio Q35 in via Quittengo, piazza della Repubblica con la Rete Italiana di Cultura Popolare, il polo Lombroso16 con il progetto di Felicità Civica, la zona tra piazza Delpiano, piazzale Rostagno e l'area pedonale Di Nanni, con la rassegna cinematografica itinerante dell'associazione Zampanò. Assemblea Teatro torna al Mausoleo della Bela Rosin con il cartellone "Stasera ti racconto un libro", mentre nella palazzina ex Lancia di via Cumiana UISP propone musica dal vivo e performance danzanti e teatrali su film muti. Live talks saranno accolti dal community hub di via Baltea, mentre piazza d'Armi, storico e amatissimo punto verde di Santa Rita, tornerà ad animarsi con la pista da ballo, l'orchestra e le band locali. 

"Mai come quest'estate - commenta la sindaca di Torino Chiara Appendino abbiamo selezionato le proposte dislocate nei quartieri, per favorire le attività all'aria aperta ed evitare assembramenti".

"Nell'ottica di una città policentrica e viva in ogni circoscrizione, nata dall'ascolto del territorio e di artisti che hanno proposto o attuato negli anni questo modello", continua la prima cittadina, si inserisce anche la rassegna "Cortili ad arte 2020", realizzata dalla Fondazione Contrada Torino, in collaborazione con le circoscrizioni, l’ATC, gli enti e le associazioni di territorio.

"Con questa iniziativa, che valorizza la cultura come elemento di aggregazione e per semplificarne la possibilità di accesso - conclude -, intendiamo sperimentare iniziative su spazi non solitamente destinati ad attività culturali e diffonderle a livello microurbano, attraverso progetti artistici da portare all’interno dei cortili condominiali privati e di edilizia residenziale pubblica".

Manuela Marascio

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

SU