Cronaca - 16 novembre 2020, 07:00

Aurora, l'emergenza è educativa: “Qui più bocciati e abbandoni scolastici che nel resto della città”

Una ricerca promossa dall'associazione Educadora ha evidenziato diverse criticità che si ripercuotono sulla situazione sociale del quartiere. Preoccupano anche i dati sull'assistenza

Aurora, l'emergenza è educativa: “Qui più bocciati e abbandoni scolastici che nel resto della città”

Il quartiere Aurora viene spesso associato alle tematiche della sicurezza e del degrado, anche a causa di una narrazione pubblica che lo vuole al centro di numerosi fatti di cronaca. Una ricerca, promossa dall'associazione Educatora e realizzata in collaborazione con Planet Idea utilizzando banche dati già esistenti, dimostra come l'emergenza principale sia in realtà legata all'educazione e ad altri aspetti sociali.

Nell'anno 2018/2019 le due scuole medie pubbliche analizzate nell'area di intervento di Educadora (la “Morelli di Via Cecchi e la “Benedetto Croce” di Corso Novara, ndr) hanno fatto registrare un tasso di ammessi all'anno successivo notevolmente inferiore (rispettivamente 72,1 e 86,8% nel primo anno) sia rispetto alla media regionale (98,7%) che alle percentuale fornita da scuole pubbliche di altri quartieri (addirittura 100% alla “Tommaseo-Calvino” di Via Sant'Ottavio 7) o di paritarie presenti sul territorio di Aurora (95,9% alla “Cottolengo” di Via Cottolengo 14).

Una tendenza simile è stata verificata anche per quanto riguarda la percentuale di ripetenti, che nel primo anno si assesta al 21% alla “Morelli” e al 18,6% alla “Benedetto Croce”. Anche in questo caso, i dati sono notevolmente peggiori sia rispetto alla media regionale del 3,4% che a quella delle altre scuole (0,70% alla “Tommaseo-Calvino” e 2% alla “Cottolengo”). Situazione leggermente migliore, ma comunque critica, è anche quella relativa agli abbandoni scolastici, dieci volte superiori alla media regionale (2,2 contro 0,3%).

Un campanello d'allarme è stato lanciato anche sui servizi sociali: i minori attualmente assistiti sulla Circoscrizione 7, infatti, sono 201 (1,4% della popolazione sotto i 18 anni residente), un numero inferiore soltanto a quelli della 6 (323) e di gran lunga superiore a quelli della circoscrizione successiva in graduatoria (131 nella 5). Particolarmente significativo è, infine, un altro dato: pur essendo una delle aree con la più alta percentuale di stranieri della città (12,95%), infatti, la 7 occupa l'ultimo posto per numero di assistiti (0,4%).

Marco Berton

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

SU