Scuola e formazione - 27 novembre 2020, 10:20

Scuole dell'infanzia comunali, l'annuncio dell'assessore: "Stop al taglio delle sezioni"

Nell'anno scolastico 2021-2022 non vi saranno tagli: "La pandemia ha cambiato le carte in tavola, ma sarà decisivo lo strumento di iscrizioni unificate online"

Scuole dell'infanzia comunali, l'annuncio dell'assessore: "Stop al taglio delle sezioni"

Buone notizie per le scuole dell'infanzia torinesi. Dopo anni di polemiche circa le politiche di riduzione delle classi, nell'anno scolastico 2021-2022 non vi sarà alcun taglio delle sezioni

Ad annunciarlo l'assessore all'Istruzione, Antonietta Di Martino: "Voglio rassicurare le famiglie, il prossimo anno non applicheremo la riduzione delle sezioni come avvenuto lo scorso". Due i fattori principali che hanno portato l'assessorato a propendere per non deliberare più provvedimenti simili a quelli seguiti nei tre anni passati: la pandemia in corso e il nuovo sistema di iscrizioni online.

"Il Covid ha cambiato le carte in tavola" ammette Di Martino. "C'è incertezza, è inutile negarlo, ma per il 2021-2022 disponiamo di uno strumento che è quello delle iscrizioni unificate online per le scuole dell'infanzia" spiega l'assessore all'Istruzione alle mamme intervenute nella Commissione consiliare sulla revisione dei criteri di razionalizzazione delle scuole dell'infanzia comunali.

La finestra di iscrizioni sarà aperta dal 4 al 25 gennaio 2021. Ogni genitore potrà presentare un'unica domanda per bambino, arrivando a esprimere fino a 6 preferenze. Il sistema permetterà di avere sia alle istituzioni, che alle scuole, che alle mamme e ai papà, una fotografia aggiornata della situazione in tempo reale. La procedura online andrà quindi ad eliminare il problema delle doppie e triple iscrizioni che da sempre influenzano le graduatorie, con bimbi iscritti in più sezioni. Una miglior gestione delle iscrizioni permetterà infine di armonizzare maggiormente il servizio, senza spiacevoli sorprese dell'ultima ora.

"Abbiamo sottoscritto il protocollo con scuole statali e private convenzionate, le iscrizioni saranno unificate. Abbiamo inoltre condiviso i criteri per le graduatorie, che saranno unici. Stiamo facendo formazione al personale amministrativo per usare l'applicativo" conclude Di Martino. Una notizia accolta con grande gioia da parte dei genitori più volte scesi in piazza contro la riduzione delle sezioni. 

Andrea Parisotto

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

SU