Motori - 09 febbraio 2021, 17:49

Hayabusa, la Suzuki che proietta il motociclista nel futuro

Quando fu lanciata, nel 1999, si guadagnò immediatamente il titolo di moto di serie più veloce del mondo. Oggi l'ultima versione preserva tutto quello che l'ha resa una leggenda ma nello stesso tempo sviluppare una nuova generazione di veicolo

Suzuki Hayabusa

la Suzuki Hayabusa si rinnova restando fedeli ai suoi canoni di classe e velocità

Quando fu lanciata nel 1999, la prima generazione della Hayabusa sconvolse il mondo delle due ruote, raggiungendo livelli di velocità, potenza e prestazioni complessive mai ottenuti prima di allora. Questa Suzuki si guadagnò immediatamente il titolo di moto di serie più veloce del mondo e fece nascere il segmento delle ultimate sport bike, le sportive estreme.

Complice la scelta dell’industria motociclistica di autolimitarsi e di mettere presto fine alla corsa alle massime velocità, le straordinarie prestazioni ottenute dalla Hayabusa in tutti i rilevamenti le hanno permesso di restare negli ultimi due decenni al vertice della categoria, un primato consolidato anche dalla sua eccezionale guidabilità e dalle sue forme aerodinamiche.

L’Hayabusa era molto più della somma dei suoi componenti. L’incredibile elasticità del suo motore dava la possibilità di selezionare marce lunghe pressoché a ogni andatura, una caratteristica che rendeva la guida più coinvolgente e piacevole. L’originale linea affusolata, con uno tra i più bassi coefficienti di resistenza aerodinamica mai ottenuti su una moto di serie, non solo migliorava il controllo, la stabilità e il comfort del pilota, ma con il suo stile rivoluzionario ha contribuito a fare della Hayabusa un’autentica icona. Le vendite della prima generazione hanno superato le 115.000 unità.

Con l’introduzione di un nuovo modello nel 2008 sono rimaste immutate le caratteristiche principali del progetto Hayabusa, accompagnate tuttavia da un incremento della cilindrata e da un disegno più atletico delle sovrastrutture. Alla ricerca di un ulteriore incremento delle prestazioni, nel 2013 è stata aumentata la potenza del motore, aggiornati i freni anteriori ed è stato introdotto il sistema antibloccaggio ABS. Questi nuovi elementi hanno contribuito all’immatricolazioni di ulteriori 74.100 esemplari durante il ciclo di vita della seconda serie, portando le vendite totali della Hayabusa a superare le 189.000 unità.

Negli ultimi anni un team di ingegneri e designer Suzuki ha sviluppato una nuova moto per dar vita ad una generazione di Hayabusa in grado di innalzare il livello delle performance. La terza generazione della Hayabusa sfrutta le innovazioni tecnologiche più avanzate per garantire il massimo del confort e del piacere di guida, e per permettere ai piloti di essere consapevoli delle perfomance della più iconica Ultimate Sport Bike.

La nuova generazione della Hayabusa è stata sviluppata non solo per raggiungere prestazioni più elevate e per rispettare i severi standard Euro 5 ma anche per conquistare i cuori dei suoi fedeli ammiratori e di tutti coloro che amano la nuova e grintosa linea dalle forme tese e filanti.

Al team di sviluppo è stato chiesto di preservare tutto quello che ha reso Hayabusa una leggenda ma nello stesso tempo di sviluppare una nuova generazione in grado proiettare i motociclisti nel futuro. Il risultato rispecchia fedelmente l’impegno costante degli ingegneri di Suzuki nelle lavorazioni accurate e nell’affinamento di ogni componente per raggiungere la perfezione.

redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

SU