Economia e lavoro - 12 aprile 2021, 11:53

Tornano gli extralimentari, i mercati si riempiono: “Finalmente possiamo lavorare, non fateci chiudere più” [FOTO]

Dopo oltre un mese dallo stop, nei mercati anche i banchi che non vendono cibo. Va avanti la causa intentata contro il Governo Draghi

Va avanti la causa intentata contro il Governo Draghi

Va avanti la causa intentata contro il Governo Draghi

Un giorno di normalità dopo settimane di proteste, agitazioni e manifestazioni. Non è una giornata come le altre nei mercati torinesi: sono infatti tornati a montare i banchi gli ambulanti extralimentari.

"Ora non fateci più chiudere"

 

Dai prodotti per la casa ai vestiti, passando per gli elettrodomestici, sono tanti i liberi professionisti che nel primo giorno di zona arancione hanno potuto ricominciare a lavorare: “Finalmente, è una boccata d’ossigeno: ora però non fateci più chiudere” è la richiesta degli ambulanti. L’effetto, come era facile immaginare, è visibile a colpo d’occhio: i mercati sono “raddoppiati” ovunque. Nello scorso mese infatti i banchi erano stati disposti solo su un lato nei mercati lineari. In Santa Rita, in quel corso Sebastopoli paralizzato dalle proteste solo qualche giorno fa, ora i lati occupati sono due. Lo stesso vale per corso Svizzera mentre piazza Benefica, mercato storicamente frequentato per l’abbigliamento, è nuovamente pieno di banchi.

"Il Dpcm del Governo Draghi danneggia ingiustamente i mercati"

 

Nonostante la riapertura, prosegue in parallelo la causa intentata dal G.O.I.A. contro il Governo Draghi e appoggiata dalla Regione Piemonte: la richiesta è quella di modificare un Dpcm che, secondo l’associazione, “danneggia ingiustamente i mercati, qualcosa che è parte del demanio pubblico e della comunità”. “Non possiamo più tollerarlo” spiegano gli ambulanti, determinati a non chiudere più, dopo aver riaperto.

Andrea Parisotto

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

SU