Politica - 10 maggio 2021, 15:20

A Torino il Covid ferma l'avanzata di nuovi supermercati

Azzerata nel bilancio 2020 la previsione di entrata di un mln di euro per l'apertura di strutture di vendita di medie e grandi dimensioni

A Torino il Covid ferma l'avanzata di nuovi supermercati

A Torino il Covid ferma l'avanzata di nuovi supermercati

Dopo il calo delle multe, il Covid ferma a Torino anche l’avanzata di nuovi supermercati. Questa mattina l’assessore al Commercio Alberto Sacco ha fatto il punto sul rendiconto di gestione per l’esercizio 2020 per i suoi ambiti, dal turismo al commercio.

E proprio per quest’ultimo settore risulta azzerata, a fronte di una previsione di entrata da un milione di euro, la voce dei proventi per l'apertura di strutture vendita di medie e grandi dimensioni. Supermercati per l'appunto, piuttosto che altri negozi di dimensioni rilevanti. Come ha precisato Sacco non si tratta di punti commerciali già individuati e che non hanno aperto, ma di soldi inseriti a previsione di bilancio in base a quello che è stato il mercato commerciale degli ultimi anni. Che nel 2020, complice la pandemia, si è di fatto bloccato.

Sempre in questo ambito gli incassi della Cosap - che il Comune ha sospeso - sono scesi a 2 milioni e 700 mila euro nei primi mesi del 2020, a fronte dei 6 milioni e 200 mila euro incassati del 2019. 

L'anno scorso Palazzo Civico, per garantire la sicurezza dei propri dipendenti con mascherine e gel igienizzanti, ha investito 867 mila euro a fronte di una previsione da 89 mila. Spesi anche un milione di euro in più per la sanificazione dei locali comunali.

Cinzia Gatti

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

SU