Politica - 14 giugno 2021, 08:40

Primarie, Carretta (Pd): "Ci aspettavamo altri numeri". Grimaldi (LUV): "C'è poco da festeggiare"

Sulla vittoria mancata per appena 300 voti di Tresso, Grimaldi commenta: "Siamo una sorpresa solo per chi non ha aperto gli occhi in queste settimane"

Il segretario Carretta ai seggi delle Primarie

Il segretario Carretta ai seggi delle Primarie

C’è tanto da lavorare e poco da festeggiare: spero che tutti se ne rendano conto”. E’ questo il commento critico di Marco Grimaldi sulle Primarie, che nel weekend appena passato hanno registrato appena 11.325 votanti, di cui 4.229 per il vincitore e candidato sindaco del centrosinistra Stefano Lo Russo. Secondo - a poco meno di 300 preferenze-  Francesco Tresso, sostenuto dal capogruppo regionale di Luv e da Sinistra Ecologista.

Grimaldi: "Siamo una sorpresa solo per chi non ha aperto gli occhi in queste settimane"

Una primo gradino del podio sfiorato, che per molti è un risultato del tutto inaspettato, dato che il capogruppo  del Pd era sostenuto a larga maggioranza dal suo partito, mentre Tresso è stato spesso etichettato dai suoi detrattori come il “Signor Nessuno”. “Siamo una sorpresa – commenta Grimaldi - solo per chi non ha aperto gli occhi in queste settimane. Da un anno il civismo insieme alla sinistra ecologista ha provato a tenere aperte le porte di un campo largo”.

Carretta: "Ci aspettavamo altri numeri alle Primarie"

E sulla bassa affluenza ai seggi, contando che alle Primarie di dieci anni fa dove venne eletto Piero Fassino votarono 53.185 torinesi, interviene via Facebook il segretario metropolitano del Pd Mimmo Carretta.  “Dopo due anni – scrive - abbiamo messo la testa fuori di casa organizzando la prima manifestazione pubblica in epoca postcovid. Non era facile, scontato”. “Ci aspettavamo -aggiunge -altri numeri, vero, ma non avevamo fatto i conti con una realtà che è cambiata, stravolta. Quindi grazie a tutti quelli che hanno risposto presente nonostante tutto”.

"Solo inizio del cammino che gonfieremo"

Un risultato basso, che però per Carretta è solo “l’inizio del cammino che "gonfieremo" con tante cose belle da fare tutti assieme” per “sconfiggere le destre. Guardiamo avanti, riflettiamo su questa giornata ma senza flagellarci”.

Giaccone: "Csx si divide voti del centro, ma manca collegamento con altre zone Torino"

Invita a ragionare sulle indicazioni ricevute dalle Primarie il capogruppo regionale di Lista Civica Monviso Mario Giaccone. “Il centrosinistra -spiega - continua a dividersi i voti del centro città in parti variabili, ma manca il collegamento con le altre zone della città: dobbiamo lavorare su questo”. “Lo Russo  -aggiunge - vince nelle zone non centrali e in 23 sezioni, contro le 12 del secondo: è il più rappresentativo senz’altro, ma abbiamo bisogno di tutti per vincere ad ottobre. Da domani lavoriamo tutti insieme ad un unico risultato

Cinzia Gatti

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

SU