Eventi - 20 luglio 2021, 20:30

In piazza Borea d'Olmo il meglio del "fatto in Italia" con undici maestri sartori: un grande successo il Festival della Moda Maschile organizzato da Confartigianato

I défilé sono stati inaugurati da una coppia di fratellini "simbolo di speranza per il futuro" e sono stati alternati da momenti di intrattenimento e momenti più istituzionali

donna in abito da sera su un palco

Foto Marco Maiolino

La cornice della rinnovata piazza Borea d'Olmo a Sanremo è stata perfetta per ospitare il Festival della Moda Maschile promossa ed organizzata da Confartigianato Imprese, in collaborazione con Confartigianato Imperia e Confartigianato Piemonte. L'evento, diretto da Maurizio Girelli, Franco Calvini e Ilio Masprone, è stato condotto da una splendida e frizzante Ilaria Salerno affiancata da un elegantissimo e trascinatore Cristiano Gatti e ha visto il plauso di tutto il pubblico in platea e dei numerosissimi passanti, ognuno dei quali soddisfatto di una serata scorrevole e divertente allietata da momenti di défilé e di intrattenimento.

"Per me è stato un onore poter condurre questo evento nella mia città" dichiara a caldo Ilaria. "Ho visto molta partecipazione e un ottimo riscontro nel pubblico. Anche durante le prove, i passanti mi riconoscevano e mi davano coraggio e sostegno: per me è stato importante. Ci tengo a ringraziare ancora una volta la Gori Hair School e il make up artist Andrea Pallanca che hanno curato la mia immagine come da alcuni anni a questa parte per tanti altri eventi di moda".

La serata, inaugurata da quattro ballerini della Scuola di Danza-Cittá di Sanremo di Luisella Vallino su una base musicale dei Maneskin, ha potuto contare su undici maestri sartori accuratamente scelti e su venti modelli, pettinati anche da Raborn di Andrea Ciuffodoro, accompagnati da cinque damigelle del coreografo Fortunato Scordo che indossavano i loro abiti. L'evento ha potuto contare delle produzioni dei maestri Franco Bassi, Franco Fererraro, Franco Puppato, Carlo Donati, Silvano Stevanella, Perrera, Callisto, Latorre, Lino Spina, Italiano ed Emanuele Maffeis e si è concluso con gli abiti del maestro sartore Carlo Pignatelli.

I défilé sono stati inaugurati da una coppia di fratellini "simbolo di speranza per il futuro" e sono stati alternati da momenti di intrattenimento e momenti più istituzionali.

Gli artisti che hanno dato risalto alla musica e allo spettacolo sono stati la sedicenne cantante attrice Federica Kiki, Danila Tripodi e la sua danza del ventre, la cantante Monia Russo e il suo brano "Karitè" e la vincitrice della rassegna Sanremo Cantanapoli Francesca Ferrara assieme al marito Vincenzo Potestio.

Accanto all'intervento dell'assessore Faraldi, per Confartigianato hanno preso parola alcune delle figure più rappresentative, tra cui il Presidente Moda Fabio Pietrella, il Vicepresidente Nazionale Domenico Massimino e la Presidente Confartigianato Imperia Donatella Vivaldi.

"Abbiamo molti maestri sartori" ha dichiarato Massimino durante il suo intervento sul palco, "e abbiamo bisogno di dare valore al loro lavoro. Prima si diceva 'comprare il Made in Italy', noi diciamo il 'fatto in Italia': questo è ancora diverso perché significa dare gambe alle nostre aziende e soprattutto avere una qualità dei tessuti e del prodotto. Voglio ringraziare il Presidente Nazionale Granella e il Presidente Moda Pietrella per avere portato il nazionale qui a Sanremo."

"Abbiamo voluto organizzare questo evento fortemente" ha detto Pietrella poco dopo. "Abbiamo voluto mettere i riflettori su questo settore, che è la storia, il cuore e l'essenza di noi italiani. Sono soddisfatto ed orgoglioso di essere qui perché vedere quello per cui sono riconosciuti nel mondo i nostri territori è una vera emozione. Con il tavolo nazionale della moda, stiamo creando una squadra fatta di imprenditori, di associazioni e di politici che ci credono veramente."

"Abbiamo risposto con entusiasmo all'invito di far ripartire questo Festival della Moda Maschile" ha infine detto Donatella Vivaldi, "perché esalta la creatività, l'imprenditorialità e l'artigianalità del settore. Questa sera, l'applauso va a questi grandi artisti che ci hanno portato a conoscere la loro passione, senza la quale non c'è né creatività né artigianalità. Grazie anche alla direttrice, Barbara Biale, il Segretario Luca Costi, arrivato apposta da Genova, e allo staff di Confartigianato per essere qui questa sera."

Matteo Giovannini

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

SU