Elezioni comune di Torino

 / Attualità

Attualità | 23 luglio 2021, 10:40

Draghi: “Il Green pass non è un arbitrio, è una condizione per tenere aperte le attività economiche”

Scatterà dal 6 agosto per accedere a molti servizi, come i ristoranti al chiuso, eventi, piscine, palestre e concorsi pubblici. Per ora restano fuori scuola, trasporto e lavoro; il premier: “Affronteremo questi temi la prossima settimana”

Il premier Mario Draghi in conferenza stampa

Il premier Mario Draghi in conferenza stampa

Dal 6 agosto servirà il Green Pass per accedere a qualsiasi tipo di servizio di ristorazione al tavolo al chiuso, spettacoli, eventi e competizioni sportive, musei, istituti e luoghi di cultura, piscine, palestre, centri benessere, fiere, sagre, convegni e congressi, centri termali, parchi tematici e di divertimento, centri culturali e ricreativi, sale da gioco e casinò, concorsi pubblici.

È quanto riporta il sito internet del Governo italiano, dopo l'approvazione ieri sera (giovedì 22 luglio) da parte del consiglio dei ministri.

In conferenza stampa il premier Draghi è stato chiaro: “Il Green pass non è un arbitrio, è una condizione per tenere aperte le attività economiche. La scelta era tra procedere normalmente portando molte regioni in giallo o introdurre il Green pass e cambiare i parametri per tenere le regioni in zona bianca. Si tratta di una misura che dà serenità e non una misura che la toglie”.

L'economia italiana va bene e l'Italia cresce ad un ritmo superiore rispetto ad altri paesi europei. Tuttavia la variante Delta è minacciosa, altri paesi europei sono più avanti nei contagi. Senza reagire subito, la stessa realtà potrebbe velocemente ripetersi in Italia, in assenza di provvedimenti del nuovo decreto sul Green Pass”, ha aggiunto Draghi.

Sulla campagna vaccinale: “Due terzi degli italiani con più di 12 anni ha ricevuto almeno una dose di vaccino, oltre la metà ha completato il ciclo vaccinale. L'obiettivo di Figliuolo di somministrare almeno 60milioni di dosi entro il 20 luglio è stato superato. Ad oggi abbiamo inoculato 105 dosi ogni 100 abitanti, come la Germania, più di Francia e Stati Uniti. Il 90% degli over 80 e circa l'80% degli over 70 sono completamente vaccinati. La pressione sugli ospedali è fortemente diminuita. Contiamo 1.300 persone ricoverate contro le oltre 30mila di 4 mesi fa: sono circa 160 in terapia intensiva a fronte dei 3.500 a fine marzo a fronte. Anche i decessi sono diminuiti: ieri (mercoled' 21 luglio, ndr) erano 21 contro quasi 400 di 4 mesi fa. La situazione è in miglioramento. La campagna vaccinale ha permesso all'economia di riprendersi. Invito tutti a vaccinarsi e a farlo subito per proteggere se stessi e le proprie famiglie”

L'appello a non vaccinarsi è un appello a morire”, ha detto Draghi rispondendo alla domanda di un giornalista che citava il pensiero di Salvini secondo cui vaccinare i giovani “non serve”. “Senza vaccinazione dobbiamo chiudere tutto di nuovo. Grazie alla vaccinazione le conseguenze sui ricoverati in terapia intensiva e sui morti sono molto meno serie, rispetto a 4 mesi fa”, ha aggiunto Mario Draghi.

Il ministro Speranza“Il decreto approvato ruota su tre questioni fondamentali. Prima di tutto la proroga dello stato di emergenza al 31 dicembre 2021. Poi il cambio di parametri sui colori delle regioni concentrandosi in particolare sul parametro del tasso di ospedalizzazione. Si andrà in zona gialla quando il tasso della terapia intensiva supererà il 10% e quello dell'area medica il 15%, in arancione quando il tasso della terapia intensiva supererà il 20% e quello dell'area medica il 30%, in rossa quando il tasso della terapia intensiva supererà il 30 e quello dell'area medica il 40. Infine l'estensione del Green Pass. Per partecipare ad un matrimonio ed entrare in rsa si usava già il certificato verde che è uno strumento già utilizzato e cponosciuto dagli italiani. Ora lo estendiamo a tante altre attività. Si tratta di un messaggio positivo: vogliamo evitare che la crescita dei contagi porti ad altre chiusure. Vaccinarsi vaccinarsi vaccinarsi. È la strada principale se vogliamo metterci alle spalle questa difficile stagione”

Dal provvedimento del Green pass sono rimaste fuori tre aree: scuola, trasporti e lavoro. “Questi verranno affrontati dalla prossima settimana”, ha concluso Draghi.

Cristina Mazzariello

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium