Cronaca - 30 luglio 2021, 15:37

Concorso a Medicina era truccato, due le condanne in tribunale a Torino

A denunciare le irregolarità era stato un candidato escluso

aula di tribunale - foto d'archivio

Concorso a Medicina era truccato, due le condanne in tribunale a Torino

Il Tribunale di Torino ha condannato a sei mesi con rito abbreviato Alessandra Bocchiotti, a processo con l'accusa di avere vinto un concorso a Medicina risultato truccato. Condannato a quattro mesi Stefano Bruschi, direttore della scuola di specialità di Chirurgia Plastica che secondo l'accusa l'avrebbe avvantaggiata.

Il concorso, bandito nel 2018, era stato vinto dall'imputata nell'aprile 2019. Il pm Giovanni Caspani aveva chiesto per lei la condanna a 9 mesi e 10 giorni e un anno per Bruschi, per il reato di turbata libertà degli incanti. Bocchiotti e Bruschi sono stati condannati solo per i profili di collusione. A denunciare le irregolarità era stato un candidato escluso, Marco Fraccalvieri, assistito dall'avvocato Michele Galasso, che per titoli ed esperienza era convinto che quella cattedra spettasse a lui, visto che vantava oltre 5mila interventi chirurgici effettuati.

Stefano Bruschi, in almeno due occasioni gli avrebbe detto che "il posto del concorso è già assegnato". Sei le persone indagate, ma la posizione di Giovanni Bocchiotti, padre della vincitrice del concorso e noto dirigente medico, è stata stralciata per le sue condizioni di salute, mentre la procura ha chiesto il rinvio a giudizio per due commissari, Carlo D'Aniello e Francesco D'Andrea, il cui processo inizierà nel novembre 2022.

Un terzo componente della commissione, Corrado Rubino, è stato assolto per non aver commesso il reato.

redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

SU