Eventi - 30 luglio 2021, 12:17

Il Teatro Regio diventa metropolitano: da ottobre a gennaio, 32 appuntamenti in 12 luoghi di Torino

La fondazione lirica sigla partnership con teatri e musei per opere, balletti, concerti e mostre diffusi

Il Teatro Regio diventa metropolitano: da ottobre a gennaio, 32 appuntamenti in 12 luoghi di Torino

Il Teatro Regio di Torino si allarga su tutto il territorio cittadino. Succederà da ottobre a gennaio 2022, in concomitanza con i lavori di adeguamento e rinnovamento dell’impianto scenico, che implicheranno la chiusura della sede di piazza Castello fino al nuovo anno. Per quattro mesi, 12 luoghi prestigiosi del mondo culturale torinese accoglieranno concerti, opere, balletti e mostre per un totale di 32 appuntamenti diffusi.

Purchia: "Dopo 11 mesi, un sogno che si avvera"

“Oggi finalmente diamo concretezza a un’idea che avevamo in testa da molto tempo, quella di un Regio che vada sempre più verso la città”. Così Rosanna Purchia, commissario straordinario, insediatasi undici mesi fa. “Sono veramente orgogliosa di veder trasformare una difficoltà in opportunità, stringendo alleanze con dodici preziosi partner che hanno dimostrato amicizia e vicinanza al nostro ente. Il Regio si fa metropolitano: non perdetene nessuna fermata”.

I partner

Auditorium “Giovanni Agnelli” del Lingotto, Chiesa del Santo Volto, Conservatorio “G. Verdi”, OGR, Orchestra Sinfonica RAI, Auditorium “Arturo Toscanini”, Teatro Alfieri, Teatro Colosseo, Accademia Albertina, Archivio di Stato, Museo Egizio e Musei Reali. Questi i protagonisti del cartellone diffuso del Regio, realizzato con il sostegno di Intesa Sanpaolo e il patrocinio della Città di Torino.
Non era facile fare sistema, ma tra tutti ci siamo riusciti - ha commentato il direttore generale Guido Mulè -. Stiamo lavorando per riportare il Regio ad avere una posizione preminente nel panorama internazionale. Rinnovo a tutti gli sponsor l’appello ad accompagnarci in questo nuovo percorso”.

 

Il programma

Il programma dettagliato sarà svelato il 10 settembre. Tra le anticipazioni già fatte dal direttore artistico Sebastian Schwarz, la presenza dei direttori d’orchestra Oksana Lyniv e Gianandrea Noseda.Presenteremo 28 compositori, dal Barocco a oggi. Saranno con noi giovani promesse accanto a chi col nostro teatro ha già alle spalle una lunga storia”. L’inaugurazione è fissata per il 16 ottobre con un concerto al Conservatorio. 

Manuela Marascio

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

SU