Politica - 30 luglio 2021, 15:15

Lo Russo attacca Damilano: “In coalizione con i no vax, si confronti e dica quello che pensa” [VIDEO]

Poi l’apertura alle forze moderate del centrodestra: “Aperti a chiunque non voglia finire in una deriva sovranista e no vax”

Stefano Lo Russo

Un attacco diretto, frontale. A poco più di due mesi dalle elezioni fissate per il 3 ottobre, Stefano Lo Russo alza i toni di una campagna elettorale fino ad ora molto sabauda e attacca Paolo Damilano, il candidato sindaco del centrodestra.

Lo Russo vs Damilano per la presenza dei no vax in coalizione

L’argomento? La posizione del candidato civico, ma sostenuto da tutti i partiti della coalizione di destra, sui tema dei vaccini: "Io prendo atto che Damilano ha in coalizione due forze politiche che sfilano con i No Vax: Lega e Fratelli d’Italia. Occupano il Parlamento con i cartelli. Credo che non sia il momento di questo tipo di ambiguità, chi si candida ad amministrare una città dica con chiarezza cosa pensa in questo momento”.

Linea Draghi per Stefano Lo Russo

Lo Russo, già nelle scorse settimane,  si era schierato sulla stessa posizione di Mario Draghi: “E’ corretta la libertà sulla scelta vaccinale, ma è corretto che chi è vaccinato possa tornare rapidamente alla vita normale. Non credo che sia corretto che chi decide di non farlo impedisca a tuti gli altri di tornare a una normalità che ci manca da troppo tempo”.

"Damilano? Scappa, ed è stucchevole"

Il candidato sindaco del centrosinistra, ai margini della conferenza stampa che sancisce il supporto di Italia Viva a Lo Russo, ha poi rivolto un’altra stoccata all’avversario: “Trovo surreale e stucchevole che un candidato scappi da tutti i confronti con i suoi competitor, che non dica pubblicamente cosa ha in mente di fare per risolvere i problemi di Torino. Penso non sia mai capitato nella storia”.

Lo Russo strizza l'occhio alla destra moderata

Ed’ è proprio facendo leva sulla posizione dei vaccini che Lo Russo ha voluto lanciare un messaggio alle forze moderate del centrodestra, magari agli elettori e attivisti di Forza Italia: “Il nostro è un progetto che vuole porsi in ottica di apertura rispetto a tutti quelli che non vogliono finire in una deriva sovranista, no vax e perdente sul piano storico”. La campagna elettorale entra nel vivo.

Andrea Parisotto

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

SU