Viabilità e trasporti - 05 agosto 2021, 07:05

Borgata Lesna, residenti e Circoscrizione 3 contrari allo spostamento del capolinea del tram 15 da via Brissogne a via Tofane

Presentata in Commissione Comunale una petizione da oltre 1000 firme. Città e Gtt spiegano e rassicurano: “Riorganizzazione necessaria ma non abbandoneremo il quartiere”

Borgata Lesna, residenti e Circoscrizione 3 contrari allo spostamento del capolinea del tram 15 da via Brissogne a via Tofane

No allo spostamento del capolinea del tram da via Brissogne a via Tofane, in prossimità dell'ospedale Martini”: a richiederlo sono i residenti di Borgata Lesna, promotori di una petizione da più di 1000 firme. La questione è stata dibattuta questo pomeriggio durante un'apposita Commissione Comunale.

I residenti: “10mila cittadini lasciati in disparte”

Secondo i firmatari, la decisione priverebbe i cittadini di un servizio fondamentale, lasciando il quartiere di fatto isolato: “Il 15 – hanno dichiarato Stefania Padoani e Ylenia Bertagliaper noi è un'istituzione, passa qui da 60 anni e non possiamo farne a meno: lo spostamento dal capolinea significherebbe lasciare 10mila abitanti in disparte, soprattutto gli anziani che lo usano frequentemente per svolgere le commissioni e sarebbero costretti a spostarsi di almeno 500 metri. La zona, inoltre, è in forte espansione con la costruzione di edifici residenziali, un supermercato, una rsa e la realizzazione del polo universitario di Grugliasco”. Ad appoggiare le richieste dei cittadini è anche la Circoscrizione 3: “È inspiegabile - ha aggiunto la presidente Francesca Troiseche per accedere a fondi nazionali si scelga di tagliare la borgata dal percorso del 15. Mi chiedo se, in alternativa, si possa valorizzare l'asse della Pronda o mantenere il passaggio del tram spostando ugualmente il capolinea”.

Le rassicurazioni di Gtt e Comune

Una delle motivazioni che hanno spinto a prendere in considerazione l'ipotesi di spostare il capolinea è rappresentata dai nuovi tram acquistati dalla Città per rinnovare la flotta, troppo lunghi per la fermata di via Brissogne. A rassicurare tutti ci ha però pensato Giovanni Rabino di Gtt, forte delle nuove rilevazioni della mobilità basate sulle celle telefoniche: “Il progetto - ha spiegato – è stato presentato insieme a InfraTo al Ministero dei Trasporti vista la necessità di aumentare le linee rispettando le caratteristiche di velocità e quantità di passeggeri ma, al momento, non abbiamo ancora ricevuto risposte. Lo spostamento del capolinea in zona ospedale darebbe buoni ritorni e consentirebbe anche un raddoppio della linea in caso di guasti; nessuno, comunque, vuole lasciare a piedi gli abitanti di Borgata Lesna, per questo stiamo valutando soluzioni che prevedano l'impiego di bus elettrici in grado addirittura di aumentare l'offerta”.

Anche l'assessora ai trasporti della Città Maria Lapietra rivendica la proposta fatta: “Per la prima volta nella storia – ha sottolineato – abbiamo ottenuto 47 milioni di euro per la manutenzione dei binari dei tram e della metropolitana: dobbiamo andare avanti dotando Torino di un sistema di trasporto degno di una grande città europea, rendendolo concorrenziale rispetto all'uso dell'auto privata senza lasciare scoperta nessuna area. Ai cittadini posso dire che non verranno lasciati soli”.

Le critiche del centro-sinistra

Critiche sono arrivate dalla minoranza di centro-sinistra: “Restiamo perplessi - ha commentato il capo-gruppo dei Moderati Silvio Magliano - da una scelta che penalizzerà fortemente i 10mila residenti di Borgata Lesna e che appare calata dall'alto prescindendo da ogni rilievo contrario espresso, con validi argomenti, dai residenti, dalla Circoscrizione e dal Comune di Grugliasco. Terremo alta l'attenzione e ci assicureremo che le proposte alternative siano congrue per frequenza e capacità di carico: di certo non basterà una navetta elettrica modello Star per compensare il trasferimento del capolinea del 15”. Secondo Francesco Tresso e Maria Grazia Grippo, infine, sarebbe stato necessario un maggior coinvolgimento di tutti gli attori in campo e della cittadinanza in fase di progettazione.

Marco Berton

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

SU