Cronaca - 15 settembre 2021, 21:25

San Didero, decine di manifestanti No Tav al presidio per chiedere la scarcerazione di Emilio Scalzo

Domani, 16 settembre, in programma una nuova manifestazione, stavolta all'esterno del carcere Le Vallette

presidio no tav

San Didero, presidio per chiedere la scarcerazione di Emilio Scalzo (immagine tratta da Notav.info)

Alcune decine di manifestanti si sono radunati nel tardo pomeriggio di oggi, 15 settembre, alla manifestazione dei No Tav al presidio di San Didero, per chiedere la liberazione di Emilio Scalzo, l'attivista arrestato in esecuzione di un ordine di cattura internazionale.

La solidarietà No Tav all'arrestato

"La notizia dell'arresto di Emilio è arrivata senza preavviso e in modo cinematografico, ma un'altra volta non ha sconvolto gli animi delle tante e tanti che questa sera si sono ritrovati a San Didero", hanno dichiarato i No Tav sulla loro pagina Facebook. "Al tempo stesso, però, conosciamo Emilio bene da sapere che la sua forza sta nella fermezza delle sue idee che guardano a una società giusta che metta al centro le vere necessità di chi abita i territori".

"Per questo, quello che stanno facendo ad Emilio, sappiamo che non troverà lo scopo richiesto, le sue motivazioni sono profonde e dai valori troppo alti", hanno concluso i No Tav. "A Emilio e alla sua famiglia mandiamo un abbraccio di resistenza e tantissima solidarietà!".

A Torino una nuova manifestazione

E per domani, giovedì 16 settembre, è in programma un nuovo presidio, alle ore 18, questa volta all'esterno del carcere delle Vallette.

redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

SU