Economia e lavoro - 15 settembre 2021, 13:00

Rincari Bollette: come evitare la stangata di ottobre?

Il Governo ha confermato, tramite il ministro Cingolani, rincari sulle bollette fino al +40%

Rincari Bollette: come evitare la stangata di ottobre?

La notizia si è diffusa rapidamente su tutti i media ed è sulla bocca di tutti. D’altronde rincari di questa portata hanno davvero dell’incredibile, soprattutto se consideriamo che si tratta del quarto trimestre di fila in cui l’Autorità ARERA comunica degli aumenti sui prezzi di luce e gas.

 

Analizzare le ragioni alla base degli aumenti può aiutare a capire meglio le ragioni di questi aumenti, ma non risolve di fatto la situazione. Secondo quanto previsto da Abbassalebollette.it, portale di riferimento nel settore del risparmio energetico e nella comparazione di tariffe luce e gas, la famiglia media italiana potrebbe andare a pagare fino a 250 euro in più all’anno per via di questi aumenti in arrivo, a meno che non si corra ai ripari.

 

Quello che infatti viene reso poco chiaro è che gli aumenti comunicati dal governo, che verranno ufficializzati dall’ARERA a partire dal primo ottobre, riguardano le tariffe applicate nel mercato tutelato, quindi per tutti quei clienti che sono ancora in maggior tutela e non hanno effettuato il passaggio al mercato libero dell’energia (ndr: che diventerà obbligatorio per tutti a partire dal 1° gennaio 2023).

 

In sintesi, gli aumenti andranno a colpire tutte le famiglie che sono ancora clienti del Servizio Elettrico Nazionale SEN e di tutte le compagnie che erogano tariffe della maggior tutela.

 

I cittadini che, invece, sono passati al mercato libero, sottoscrivendo una tariffa a prezzo fisso e bloccato per almeno 12 mesi, non subiranno alcuna variazione sulle bollette. Anzi, i clienti del mercato libero potrebbero risparmiare ulteriormente se il governo, come ha già fatto nei mesi scorsi, decidesse di tagliare ulteriormente gli oneri generali di sistema per calmierare gli aumenti e non far pesare troppo le bollette di famiglie e imprese.

 

Il mercato libero dell’energia, quindi, si presenta in questo momento come unica speranza di salvezza per consentire alle famiglie di risparmiare soldi preziosi proprio nella stagione invernale in cui i consumi crescono notevolmente.

 

La scelta della tariffa giusta, tuttavia, non va fatta a cuor leggero. Infatti, seppur qualunque tariffa a prezzo fisso in questo momento può garantire dei risparmi, le tariffe davvero molto convenienti sono una piccola percentuale di quelle presenti sul mercato, come confermato dall’Autorità stessa con il primo monitoraggio del mercato libero.

 

Per tenersi alla larga da furbetti e truffatori e per scegliere una tariffa conveniente conviene quindi affidarsi ad un operatore serio e imparziale, che guidi nella scelta dell’offerta più conveniente sulla base delle esigenze reali di consumo. I comparatori di tariffe online offrono gratuitamente questo tipo di servizio, garantendo sicurezza nel cambio di operatore e convenienza nella scelta delle migliori tariffe luce e gas.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

SU