Cronaca - 16 maggio 2022, 16:50

I dipendenti tecnici del Comune in protesta: "Lavorato mesi per il Pnrr. Ora basta"

I lavoratori: "Abbiamo apparecchiature vecchie. Ci serve una formazione vera". Il sindaco replica: "Impulso alla digitalizzazione e implementare la forza organica"

protesta sotto comune di torino

Settimane di lavoro incessante, anche il weekend, perché Torino potesse ottenere i 113 milioni del Pnrr per biblioteche, mercati, scuole e strade. Ma ora i dipendenti comunali del settore tecnico, dopo mesi di sforzo, dicono basta. E per lanciare un messaggio all’amministrazione hanno organizzato questo pomeriggio un presidio davanti a Palazzo Civico. Con la speranza di ottenere una risposta, dopo sei lettere mandate all’amministrazione e ai direttori cadute nel vuoto.

"Abbiamo apparecchiature vecchie: vogliamo una formazione vera"

Abbiamo – spiegano i sindacati - apparecchiature vecchie. Ci servono strumenti per lavorare e una formazione vera, sennò il Pnrr noi non riusciamo a farlo. Abbiamo lavorato anche sabato e domenica per portare i 110 milioni”. I soldi per l’aggiornamento professionale ci sono. Quando gli uffici tecnici realizzano un progetto, ad esempio una riqualificazione di un quartiere, il 2% dello stanziamento globale viene destinato in parte al dipendente comunale come premio di produzione. La cifra restante viene messa per la formazione del personale: dal 2018 ci sono 330 mila euro disponibili, che però non vengono spesi “per carenze organizzative della macchina amministrativa”.

Lo Russo: "Impulso alla digitalizzazione"

Ad incontrare i lavoratori il sindaco Stefano Lo Russo, che li ha rassicurati dicendo di “aver dato indirizzo alla direttrice per il potenziamento dei servizi tecnici”.  “Vogliamo dare – ha aggiunto - un fortissimo impulso alla digitalizzazione. Dobbiamo riportare l’efficienza dei servizi in tutti i settori, poi implementare la forza organica, così come accompagnare il turnover”. Ed il primo cittadino ha voluto segnare la distanza rispetto alla precedente amministrazione: “In passato la macchina comunale ha scontato meno attenzione della politica, ora c'è sindaco che fa più attenzione” ha concluso.

Cinzia Gatti

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

SU