Eventi - 22 giugno 2022, 18:58

Irene Ivaldi in scena con “Ho sognato di restare”, ispirato a un romanzo del Nobel Olga Tokarczuk

Lo spettacolo in scena giovedì 23 giugno alle 21 al teatro Gobetti per Summer Plays

Ho sognato di restare_Irene Ivaldi_ph Mario Fantucci 

Ho sognato di restare_Irene Ivaldi_ph Mario Fantucci 

Giovedì 23 giugno alle 21 andrà in scena al Teatro Gobetti, nell'ambito di Summer Plays, “Ho sognato di restare” di Irene Ivaldi, liberamente ispirato a Casa di giorno, casa di notte del Premio Nobel Olga Tokarczuk. Questo primo studio dello spettacolo vedrà in scena Irene Ivaldi (voce) e Lamberto Curtoni (violoncello). Lo spettacolo è prodotto da Teatro di Dioniso.

"In questo primo studio di Ho sognato di restare”, spiega Irene Ivaldi, “vorrei almeno provare a sbiadire la definizione di 'confine'. Il confine è normativo e noi siamo tenuti a volarci sopra, se non possiamo valicarlo. Si tratta di un approccio alla poetica di Olga Tokarczuk, liberamente interpretata attraverso testi e musica. Lamberto Curtoni vi gioca un ruolo fondamentale: il suo violoncello rappresenta l’altra voce, quella emotiva. È un primo studio, una creazione in nuce".

INFO: Teatro Gobetti, via Rossini 8, giovedì 23 giugno ore 21, www.teatrostabiletorino.it

Daniele Angi

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

SU