Cultura e spettacoli - 10 luglio 2022, 07:38

Casa del Teatro Ragazzi e Giovani, 55 titoli e 204 rappresentazioni per una nuova stagione che vuole "raccontare le idee"

Il cartellone conta anche due Festival Internazionali: Incanti e Giocateatro. Il direttore artistico Bronzino: "A guidare il pubblico di giovanissimi nella comprensione di argomenti complessi sarà il Pensiero"

Casa del Teatro Ragazzi e Giovani, 55 titoli e 204 rappresentazioni per una nuova stagione che vuole "raccontare le idee"

Due festival internazionali come Incanti e Giocateatro, 55 titoli diversi e 204 rappresentazioni (di cui 88 spettacoli per famiglie, 12 per giovani adulti e 104 per un pubblico scolastico): sono i numeri del ricco e come sempre originale cartellone della nuova stagione della Casa del Teatro Ragazzi e Giovani, una delle eccellenze culturali di Torino.

Il titolo è "Raccontare le idee". Idee che il direttore artistico Emiliano Bronzino ha ben chiare: "Abbiamo voluto rimettere al centro della nostra programmazione il pensiero", ha spiegato, "perché il pensiero è il nostro principale strumento di comprensione della realtà. La forza del pensiero, sia come capacità di analisi del reale che come strumento di progettazione dei nostri sogni, ci apre cammini possibili per superare l’impasse che viviamo".

Il pensiero guiderà il pubblico di giovanissimi nella comprensione di argomenti complessi che sono la realtà quotidiana in cui i ragazzi vivono: nelle nuove produzioni ci saranno riflessioni sulla guerra con la Guerra del soldato Pace, sulla legalità e le mafie in Se dicessimo la verità, sulla generosità e l’altruismo con Scarpette rotte, sulla pandemia con Pinocchio in lockdownsui nuovi strumenti digitali e il loro utilizzo consapevole con Alice in Wwwonderland, sul valore dell’unicità con Alla ricerca di un lieto fine.

"Il titolo raccontare le idee nasce da questa riflessione che cerca strumenti e linguaggi per stimolare il pensiero e che utilizza il racconto come strumento per connetterci con i ragazzi e i giovani che abitano il nostro teatro", spiega ancora Bronzino -. Le idee sono quindi da una parte il risultato del pensiero di tutti gli artisti che abitano la programmazione, ma sono anche un richiamo al progetto Repubblica di Platone, di cui presenteremo i primi due capitoli nel corso della stagione. Nel primo, dedicato ai più piccoli, la protagonista Sophia guiderà i bambini alla scoperta del Mito della Caverna. Mentre nel secondo partendo dal Mito di Er i bambini saranno stimolati a riflettere intorno all’idee di Giustizia, di Potere e di Destino".

"Quel titolo - aggiunge il presidente Alberto Vanelli ci schiera dalla parte di coloro che guardano al futuro senza cedere all’angoscia e che affermano che l’unico modo che conosciamo per risolvere l’enormità dei problemi che si sono accumulati in questo periodo - dalla malattia alla guerra, dal cambiamento climatico alla crisi delle fonti energetiche, dalla crisi economica a quella del lavoro - è pensare e il Teatro, in particolare quello che si rivolge alle nuove generazioni, è non solo il luogo dove le idee sono raccontate e diffuse, ma anche dove il pensiero e il dibattito sulle idee stesse diventano un fenomeno creativo e collettivo. Un luogo, quindi, particolarmente promettente”.

La stagione prenderà il via venerdì 7 ottobre con lo spettacolo Blu infinito della compagnia italiana e americana Evolution dance Theater che trasporterà gli spettatori in un mondo in cui non esistono limiti all'immaginazione.

Due i momenti clou, con due festival internazionali: il Giocateatro, che da anni porta in scena i migliori spettacoli per ragazzi da tutta Italia, e Incanti, interamente dedicato al teatro di figura, quindi marionette, burattini, ombre, oggetti inanimati e tutto ciò che non sono attori in carne ed ossa.

Per il programma completo e una descrizione dei singoli spettacoli: www.casateatroragazzi.it
INFO tel. 011.19740280


Daniele Angi

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

SU