Cultura e spettacoli - 27 luglio 2022, 11:00

A Torino nasce A.M.A. Factory, una nuova impresa culturale nel nome del teatro

La nuova realtà è nata dall'unione delle compagnie A.C.T.I. Teatri Indipendenti e Il Mulino di Amleto: “Avremo i piedi sul territorio con una vocazione nazionale ed europea”

A Torino nasce A.M.A. Factory, una nuova impresa culturale nel nome del teatro

Per fare arte, per andare oltre, per creare insieme”: è questo il moto di A.M.A. Factory, nuova impresa culturale creata dall'unione delle compagnie teatrali A.C.T.I. Teatri Indipendenti di Beppe Rosso e Il Mulino di Amleto di Barbara Mazzi e Marco Lorenzi, che ne cureranno anche la direzione artistica.

Gli obiettivi di A.M.A. Factory

L'idea di unire le forze in nome del teatro è nata dal feeling tra le 2 realtà: “Dal rapporto di collaborazione artistica - spiega Rosso – instaurato negli anni abbiamo deciso di accorpare le compagnie creandone una più grande, un livello intermedio che serve alla città perché più si è piccoli e più si hanno difficoltà ad andare avanti. Non è facile, occorre intendersi e avere fiducia reciproca”.

Idee chiare anche sugli obiettivi e i contenuti: “Avremo – prosegue Rosso – un piede sul territorio, con una visione di livello nazionale che sfocerà anche in Europa mettendo in scena una drammaturgia contemporanea e spettacoli di autori europei. Speriamo che l'ottimo punteggio ottenuto dal Ministero della Cultura per la qualità artistica del nuovo progetto possa attirare le grandi istituzioni locali; ci auguriamo che capiscano il rischio che ci stiamo assumendo”.

Una casa per le giovani compagnie teatrali

La dimora ideale di A.M.A. Factory è l'ex cimitero di San Pietro in Vincoli. L'organizzazione sta partecipando al bando per la sua gestione: “Non vogliamo – conclude – essere autoreferenziali ma promuovere produzioni fruibili da diversi tipi di pubblico con forme espressive adeguate al nostro tempo, ribadendo il fatto che il teatro è soprattutto un luogo di comunicazione. Per questo vorremmo aprire le porte anche ad altre giovani compagnie torinesi dandogli una casa”.

Il programma del 2022

Tra la iniziative in programma per il 2022 sono compresi gli spettacoli “Kollaps” di Philipp Löhle e “Un giorno di fuoco” di Beppe Fenoglio, nonché le nuove edizioni del Festival delle Migrazioni a settembre e della stagione diffusa di Fertili Terreni; a loro si aggiungerà il ciclo “Circle”, reso possibile dalla vittoria del bando periferie del Comune legato al Pnrr.

Marco Berton

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

SU