Economia e lavoro - 11 agosto 2022, 17:36

Lotta al carovita, da NovaCoop un bonus di 200 euro a 2500 dipendenti grazie al bonus per la Lotteria degli scontrini

In tutto le persone coinvolte sono 5000, per un valore complessivo di un milione di euro. Dalle Rive: "Conosciamo bene gli effetti dell'inflazione"

lavoratore Nova Coop

Bonus da 200 euro per i dipendenti NovaCoop a contrasto dell'inflazione

Un bonus straordinario da 200 euro ai circa 2500 dipendenti e lavoratori somministrati in regime continuativo a Torino e provincia, per un totale di 5000 e un valore complessivo di circa 1.000.000 di euro, è stato destinato da Nova Coop, in accordo con il Consiglio di Amministrazione, come contributo per affrontare l’aumento generalizzato dei costi di beni e servizi che sta seriamente erodendo il potere di acquisto delle famiglie. Anche Nova Aeg, società attiva nel settore luce e gas controllata da Nova Coop, ha scelto di estendere questa premialità ai suoi circa 50 dipendenti.

La forte spinta inflazionistica, dovuta al rincaro delle fonti energetiche e alla carenza delle materie prime, si è scaricata con particolare vigore sul settore della grande distribuzione dove la Cooperativa ha agito fin da subito per cercare il più possibile di difendere il potere di acquisto dei consumatori, assorbendo parte dei rincari di listino dovuti ai fenomeni inflattivi e accettando di ridurre le proprie marginalità. Contemporaneamente è stata messa in campo capacità di analisi e reazione per mantenere un equilibrato posizionamento competitivo che consentisse a soci e clienti di confermare, giorno dopo giorno, la propria fiducia all’insegna.

A queste misure si aggiunge ora la volontà di Nova Coop di premiare le proprie lavoratrici e i propri lavoratori devolvendo a loro favore il maxi premio ricevuto nel corso del 2022 dalla Lotteria degli scontrini attraverso il bonus da 200 Euro, anziché destinare l’importo a tonificare il proprio conto economico.

"Come impresa della grande distribuzione conosciamo bene gli effetti combinati che la difficoltà di approvvigionamento nelle catene logistiche delle materie prime, il rincaro delle fonti energetiche e la guerra in Ucraina hanno innescato, portando all’attuale dinamica inflattiva che si manifesta in un aumento generalizzato dei prezzi e che, nei mesi scorsi, ci siamo impegnati per primi a stemperare, assorbendo parte dei rincari e accettando la riduzione dei nostri margini", commenta Ernesto Dalle Rive, presidente di Nova Coop.

Massimiliano Sciullo

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

SU