Attualità - 06 settembre 2022, 19:15

Via Plava 'prigioniera' del cantiere Italgas: auto costrette a fare un chilometro per arrivare in via Faccioli [FOTO e VIDEO]

Occorre tornare indietro e passare prima da via Negarville e poi da via Quarello per sbucare là dove ora è tutto chiuso per lavori

cantiere smat via plava

Via Plava 'prigioniera' del cantiere Smat: un chilometro per arrivare in via Faccioli

E' stata davvero una sorpresa poco gradita per i residenti di via Plava, nel quartiere di Mirafiori sud. Chi deve passare con l'auto per arrivare in via Faccioli e di qui sbucare poi su corso Unione Sovietica, da oggi è costretto a tornare indietro e a fare circa un chilometro in più di strada per raggiungere l'incrocio, dove una decina di giorni fa si è verificato un bruttissimo incidente, per fortuna senza gravi conseguenze.

Cantiere Smat ha chiuso l'incrocio

Tutta colpa del cantiere Italgas, che si è aggiunto a quello di Smat, che fino a inizio settimana aveva comportato soltanto qualche problema per i parcheggi, visto che i lavori avevano ridimensionato quelli disponibili sul lato che conduce all'ingresso dello stabilimento Equilibra. Ma ora i lavori e le scavatrici hanno comportato la chiusura di via Plava e l'impossibilità per le auto dei residenti (o di coloro che lavorano in zona) di raggiungere in modo diretto via Faccioli.

Un chilometro per arrivare in via Faccioli

Ora è necessario tornare indietro, passare prima da via Negarville e poi da via Quarello, allungando il percorso di un chilometro buono. Il tutto non senza rischi, visto che ci sono grossi cartelli ma una immissione tutt'altro che semplice, con i bus e le auto che arrivano dalla parte opposta, che invece continuano a muoversi senza limiti.

Lunghe code di auto

Negli orari di punta, in coincidenza con i cambi turno Fiat (poco più avanti c'è l'ingresso che porta a New Holland) si formano facilmente lunghe colonne e c'è solo da sperare che nessuno, per provare a guadagnare qualche istante, provi a passare ugualmente, a rischio di provocare un incidente.

I cartelli e le segnaletiche parlano di una situazione destinata a rimanere tale 'fino alla fine dei lavori', che alla luce dell'ampiezza del cantiere non sarà questione di pochi giorni. E così, mentre alcune linee Gtt sono state deviate (71,34, 38), chi deve usare l'auto è costretto a fare un periplo per uscire da via Plava ed anche i residenti si sentono quasi imprigionati da questo grosso cantiere.

Massimo De Marzi

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

SU