Economia e lavoro - 29 settembre 2022, 07:31

Torino incorona Mauro Ferrari nuovo Business Angel dell'anno proprio nel giorno in cui Satispay diventa un "unicorno"

La premiazione del Club degli Investitori alle Ogr: il vincitore aveva investito anche nella app di pagamento digitale fondata a Cuneo che ieri ha superato il miliardo di valore economico dopo aver raccolto altri 320 milioni di fondi

Ogr Torino

La premiazione è avvenuta alle Ogr di Torino

Mauro Ferrari ha vinto il titolo di “Miglior Business Angel d’Italia del 2022”: è lui, secondo la giuria che ieri si è riunita alle Ogr, il miglior investitore in startup dell’anno.

Un percorso da business angel ricco di storie di successo grazie all’investimento in società innovative come Directa Plus, Genenta Science, D-Orbit, Satispay, Newcleo in cui ha creduto e ha supportato nella loro crescita. Una scelta non banale, anche come tempi, visto che proprio ieri Satispay (app di pagamento digitale fondata a Cuneo nel 2013) ha annunciato un nuovo round di finanziamenti di 320 milioni che la porta a superare il miliardo di valore economico e - dunque - a fregiarsi del titolo di "Unicorno".

In finale con Ferrari c'erano anche Veronica Mariani, Michele Marzola ed Emanuele Preve. Ferrari è un manager ed imprenditore che inizia la carriera tramite un’importante esperienza nel gruppo De Benedetti, gestendo varie aziende del Gruppo Gilardini e l'intero Gruppo CIR. Nel 1982 inizia la sua carriera imprenditoriale fondando Vallko, produttore di tetti apribili per l’automotive, divenuta poi una J.V. con la leader mondiale Webasto AG. "È un grande onore vedersi riconoscere, con questo Premio, un’attività che ho iniziato dieci anni fa con lo scopo di rendere alla società una parte di ciò che sono riuscito ad avere con la mia carriera - ha detto il vincitore -. Inoltre, è una bellissima soddisfazione sapere di aver aiutato imprenditori innovativi a realizzare i loro sogni, come ho fatto io. Il desiderio di ogni business angel è vedere i progetti in cui si è lavorato quotarsi in borsa o diventare unicorni: io mi ritengo fortunato perché Directa Plus si è quotata su AIM Londra, Genenta Science è la prima azienda italiana al Nasdaq e Satispay ha annunciato oggi di essere diventata un unicorno”.

Il successo del Premio - commenta Giancarlo Rocchietti, presidente del Club degli Investitori - testimonia la crescita del Venture Capital nel nostro paese. Gli imprenditori si trovano ad affrontare sempre di più sfide globali e gli angel contribuiscono con le loro competenze ed i loro contatti, oltre che con il denaro”.

Massimiliano Sciullo

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

SU