Cultura e spettacoli - 25 ottobre 2022, 07:08

L'ironia e ferocia di "Kollaps" apre la settimana di Fertili Terreni Teatro dal 25 al 30 ottobre

In scena, dal 26 al 30 ottobre, anche "Il mangiautore", nuovo progetto del poeta e performer Alessandro Burbank. In prima nazionale a Off Topic

L'ironia e ferocia di "Kollaps" apre la settimana di Fertili Terreni Teatro dal 25 al 30 ottobre

Se tu sapessi che il mondo finisse a mezzanotte come ti comporteresti? Quanti sogni resterebbero irrealizzati? Quante azioni non compiute? E a quali errori non si potrebbe più porre rimedio?
Parte da questi presupposti Kollaps (Collasso), in scena a San Pietro in Vincoli Zona Teatro dal 25 al 29 ottobre per la stagione Nudi di Fertili Terreni Teatro.

Il testo profetico che il drammaturgo tedesco Philipp Löhle ha scritto nel 2015,  messo in scena per la prima volta in Italia nel 2020 dalla compagnia Il Mulino di Amleto (Premio della Critica ANCT 2021), è ora riallestito da A.M.A. Factory in coproduzione con Teatro delle Briciole / Solares Fondazione delle Arti, vede la regia di  Marco Lorenzi e sul palco Roberta Calia, Yuri D'Agostino, Barbara Mazzi, Raffaele Musella, Angelo TroncaKollaps, seguendo la storia di cinque persone durante una apocalisse sgangherata, racconta una metafora dolce-amara di un Occidente che continua a correre disperatamente quando la corsa è finita da un pezzo e quando le risorse si stanno esaurendo.

Scritto da Philipp Löhle utilizzando un ricco e provocante puzzle di stili diversi sul quale Il Mulino di Amleto crea una tessitura e un gioco di citazioni e rimandi, dal dramma borghese al Far-West allo slapstick, Kollaps racconta la fine di un mondo, una apocalisse collettiva o meglio una serie di piccole apocalissi individuali, e chiede di fare i conti sul rapporto tra la nostra responsabilità sociale e quella individuale, ma racconta anche la storia di animali che vengono liberati dalle loro gabbie e di altri animali, apparentemente più evoluti, che in quelle gabbie decidono invece di rientrarci. Kollaps ci ricorda ironicamente che desideriamo sempre quello che non abbiamo e quando lo otteniamo - se lo otteniamo - non siamo felici.

La settimana di spettacoli di Fertili Terreni Teatro vede anche andare in scena dal 26 al 30 ottobre a OFF TOPIC in prima nazionale Il Mangiautore, nuovo progetto del poeta e performer Alessandro Burbank, prodotto da Cubo Teatro e Più Ci Penso APS. Il Mangiautore è un personaggio che svolge un ruolo non ancora presente nella nostra società, è colui che crea arte mentre consuma il proprio cibo, insieme al contesto in cui si trova e per l’ambiente in cui si trova. Nasce dalla necessità di raccontare un percorso cominciato con le esperienze del progetto “The Walking Poet” e proseguito con una nuova indagine personale sul rapporto della società con il proprio corpo e con il cibo.
Il Mangiautore si inserisce nel più ampio progetto “DEDALO”, un percorso multimediale che tratta le vicissitudini labirintiche di un artista di oggi, in un periodo di crisi culturalmente complesso e all’apparenza indecifrabile, quando il futuro da roseo e ricco di aspettative diventa una ‘’minaccia’’. L’artista, pluripremiato, prova a capire i meccanismi di un sistema respingente, muovendo i suoi passi tra reale e virtuale in un mondo che a volte lo schiaccia e lo esclude. Emergono così le fragilità, i paradossi, i contrasti interiori, le varie sfumature della sofferenza di un giovane ‘’nel mezzo del cammin’’ a confronto con le proprie scelte di vita.

INFO: www.fertiliterreniteatro.com

Daniele Angi

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A MAGGIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di TorinOggi.it su WhatsApp ISCRIVITI

Ti potrebbero interessare anche:

SU