Cultura e spettacoli - 13 gennaio 2024, 15:38

Da Gioele Dix a Caterina Guzzanti, tanti i grandi nomi per la nuova stagione del teatro Sant’Anna di Beinasco

Sei gli appuntamenti a partire da giovedì 25 gennaio, con tre domeniche dedicate a spettacoli per le famiglie

Caterina Guzzanti e Gioele Dix i grandi nomi della nuova stagione del teatro Sant’Anna di Beinasco

Caterina Guzzanti e Gioele Dix i grandi nomi della nuova stagione del teatro Sant’Anna di Beinasco

Il conto alla rovescia sta per terminare. Giovedì 25 gennaio si alza il sipario della nuova stagione del Teatro Sant’Anna di Beinasco, organizzata dall’Assessorato alla Cultura del Comune in collaborazione con Piemonte dal Vivo e Fondazione TRG, che porta sul palco sei titoli per la programmazione serale e tre appuntamenti per le famiglie. 

Gioele Dix apre la nuova stagione

 Ad aprire la stagione il 25 gennaio è l’attore e regista Gioele Dix con lo spettacolo Ai nostri tempi (biblici) per una serata divertente e affascinante sul tema della grande età. A suo agio tra i grandi delle Sacre Scritture, l’artista racconta al pubblico come la longevità dei patriarchi della Bibbia sia stata variamente commentata e interpretata.

Alcuni la considerano il frutto di un insensato atto di fiducia da parte di Dio nel genere umano. Altri la leggono come proiezione leggendaria del desiderio dell’uomo di lasciare un segno. Gioele Dix, tra passi biblici e brani letterari, prova a districare l’intricata matassa e offrire una sua personale visione sul vigore della grande età. 

Si prosegue giovedì 15 febbraio con Di ridere di piangere di paura, un ironico viaggio in versi e musica scritto e interpretato da Gioia Salvatori, divenuta famosa grazie al suo video-diario “Cuoro” che ormai da anni mette in scena sui social le inadeguatezze giornaliere di una ragazza. Il suo è uno spettacolo a metà tra la prosa e la poesia in musica, grazie alla presenza del musicista Simone Alessandrini. 

A marzo La tecnica della mummia

Sabato 2 marzo ecco "La tecnica della mummia", spettacolo vincitore del Premio Scintille 2023 è portato sul palco dalla giovane compagnia pugliese Amaranta Indoors e affronta temi urgenti della società odierna. Infatti, in una cella, a poche ore dal processo che lo condannerà definitivamente, è detenuto Fowle, un uomo reo di aver assassinato la sua giovane compagna, a cui viene assegnato dall'autorità giudiziaria - per legge - un difensore d'ufficio, il signor Morgenhall.  

Il punto di vista di Caterina Guzzanti

Si prosegue il 19 marzo con Caterina Guzzanti e Federico Vigorito protagonisti dello spettacolo Secondo lei, una narrazione, dal punto di vista femminile, delle dinamiche   nascoste che regolano i rapporti di coppia. L’amore, che dovrebbe essere un luogo sicuro e sano, diventa un silenzioso campo di battaglia in cui fraintendimenti, bisogni e necessità affondano in un pantano di aspettative tradite e promesse sistematicamente rimosse. 

Venerdì 5 aprile, Quintetto è l’appuntamento con la danza contemporanea nell’ambito della rassegna We speak dance ideata da Piemonte dal Vivo. In proscenio un mixer senza tecnico e un artista solo. Quest’ultimo entra in scena per chiedere l’aiuto degli spettatori, non solo per portare avanti la recita ma anche per “coprire” tutti gli aspetti del dietro le quinte, con i lavori svolti dai costumisti, dai tecnici, dai ballerini. 

Il 21 aprile chiusura con Shakespearology

La stagione serale si conclude il 21 aprile con Shakespearology dei Sotterraneo, il gruppo di ricerca teatrale nato a Firenze nel 2005. Un one-man-show, una biografia, un catalogo di materiali shakespeariani più o meno pop, un pezzo teatrale ibrido che dà voce al Bardo in persona e cerca di rovesciare i ruoli abituali: dopo secoli passati a interrogare la sua vita e le sue opere, finalmente è lui che dice la sua, interrogando il pubblico del nostro tempo. Un’occasione per chiacchierare con lui su cosa è stata fatto delle sue opere, su più di 400 anni della sua storia post-mortem dentro e fuori dalla scena. 

L'offerta per le famiglie

L’offerta culturale del Comune di Beinasco si completa con le Domeniche a Teatro che dedica tre appuntamenti al pubblico delle famiglie. Si parte con La Piramide invisibile per un viaggio alla scoperta dell’antico Egitto magistralmente condotto da Francesco Giorda, domenica 14 gennaio. Si prosegue il 3 marzo con Pulcetta, un clown professionista che un giorno perde il suo naso rosso ed è costretto a interrompere la sua attività e a partire per un lungo viaggio nella speranza di ritrovarlo.

Il 17 marzo, infine, Il gran ventriloquini, uno spettacolo di magia e ventriloquismo adatto a tutte le età. Un varietà surreale, esilarante, ricco di colpi di scena e numeri brillanti: dalla magia all’acrobazia, dall’ipnotismo al beat box, dal rumorismo al canto.

Massimo De Marzi

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A APRILE?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di TorinOggi.it su WhatsApp ISCRIVITI

Ti potrebbero interessare anche:

SU