Eventi - 17 maggio 2024, 09:09

Intrecci di storia e cultura nella 'calata' dell'arazzo Scassa omaggio a Gribaudo

La straordinaria opera riconferma l'importanza dell'Arazzeria astigiana nel mondo dell'arte tessile

Arazzi in una certosa

Grande evento all'interno dell'antica Certosa di Valmanera

Ieri pomeriggio, nell’incantevole cornice dell’antica Certosa di Valmanera, si è svolta una cerimonia che ha segnato un momento significativo nel mondo dell’arte tessile e della cultura contemporanea. 

Personalità eminenti del settore si sono riunite per assistere alla “calata dal telaio” di uno straordinario arazzo, ispirato da un dipinto di Ezio Gribaudo, illustre artista e editore scomparso nel 2022. 

L’evento ha avuto inizio con il rituale del taglio dei fili di ordito dal liccio del telaio secentesco, un momento carico di simbolismo che ha rivelato la trama del prezioso arazzo, dimensioni 134x169 cm, tratto dai “Diari di New York” di Gribaudo. 

Opera che ha rappresentato un punto di svolta nella produzione artistica del Maestro, influenzata profondamente dall’esperienza newyorchese che ha lasciato un’impronta indelebile nella sua espressione creativa. 

L'evento è proseguito con un confronti di alto profilo, moderata dal filosofo e critico d’arte Roberto Mastroianni, che ha 'regalato' ai presenti anche aneddoti personali ed inediti sul Maestro Gribaudo. Si è discusso il tema “Arazzi ad alto liccio oggi: Prospettive e sfide dell’arte contemporanea”, con la partecipazione di importanti relatori quali Paola Gribaudo, presidente dell’Archivio Gribaudo e figlia dell’artista che ha citato vari aneddoti (compreso quando suo padre all'epoca giovane artista incontrò Pablo Picasso), la storica dell’arte Silvana Cincotti Massimo Bilotta, amministratore delegato di Arazzeria Scassa. 

 

 

La conferenza ha offerto l’opportunità di esplorare la tecnica di tessitura innovativa ideata da Ugo Scassa, che ha permesso di catturare la complessità e le sfumature dell’arte contemporanea. Inoltre, è stata una preziosa occasione per approfondire la poetica e la sensibilità pittorica di Ezio Gribaudo, le cui opere sono esposte in prestigiosi musei internazionali.

Nato a Torino nel 1929, Gribaudo ha lasciato un segno indelebile nella storia dell’arte del Novecento, distinguendosi per la sua versatilità artistica e per il suo ruolo di editore e promotore culturale. La sua collaborazione con artisti del calibro di Chagall, de Chirico e Miró, e la sua partecipazione a eventi espositivi di rilievo, come la mostra della Peggy Guggenheim Collection, hanno consolidato la sua reputazione nel panorama artistico

Il dibattito ha messo in luce anche le opportunità che gli arazzi contemporanei offrono agli artisti, le sfide tecniche nella loro realizzazione e l’interesse crescente del collezionismo per questa forma d’arte. 

Con la calata dell’arazzo di Gribaudo, l’Arazzeria Scassa ha tessuto non solo fili, ma anche storie e culture, rafforzando il legame tra passato e presente e dimostrando che l’arte tessile rimane una forma espressiva vitale e in continua evoluzione.

Per maggiori informazioni vi rimandiamo al sito ufficiale dell'Arazzeria.

Gabriele Massaro - La Voce di Asti

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A GIUGNO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di TorinOggi.it su WhatsApp ISCRIVITI

SU