Sanità - 17 giugno 2024, 14:36

La telemetria per curare meglio i piccoli pazienti del Regina: ecco il nuovo "regalo" di Fondazione Forma

I fondi necessari sono stati raccolti da Credit Agricole grazie alle donazioni dei dipendenti che "arrotondavano" per difetto le proprie buste paga (e con l'istituto a mettere la differenza)

donazione Regina Margherita

Nella foto: il presidente di fondazione forma Antonino Aidala, la prof.ssa Franca Fagioli, la dottoressa Barbaro, la dottoressa Bondoni, il direttore La Valle e i vertici di Crédit Agricole

Un ulteriore progetto tecnologico di Fondazione Forma prende vita per il Regina Margherita. E' stato infatti consegnato all'ospedale, in una cerimonia di inaugurazione ufficiale, un nuovo sistema centralizzato di monitoraggio dei parametri vitali (frequenza cardiaca, frequenza respiratoria e saturazione di ossigeno) dei piccoli ricoverati tramite telemetria, indispensabile per garantire adeguati standard di sicurezza a pazienti che necessiteranno di cure ad alta intensità.

Con gli "spiccioli" delle buste paga

La spesa per la monitorizzazione in telemetria dei 13 posti letto è di 45mila euro ed è stata interamente sostenuta da Crédit Agricole Italia attraverso il meccanismo del Payroll Giving.Alla base della raccolta un meccanismo molto semplice: le persone della Banca rinunciano ai centesimi arrotondando all’euro inferiore l’importo della propria busta paga e l’azienda aggiunge la parte rimanente per arrivare al valore dell’euro.

L’iniziativa di Crédit Agricole Italia, avviata nel 2014, ha permesso fino ad oggi di sostenere gli importanti progetti di assistenza pediatrica realizzati da primarie strutture operanti sul territorio italiano come il Burlo di Trieste, il Gaslini di Genova, il Meyer di Firenze, il Santobono di Napoli e l’Ospedale pediatrico di Padova”, ha spiegato Giuseppe Salerno, responsabile della Direzione Regionale Piemonte di Crédit Agricole Italia.

Tredici posti letto e otto stanze

Il sistema di telemetria va a completare la riqualificazione del reparto di degenza del Pronto Soccorso Pediatrico, un‘area di circa 500 metri quadri ubicata al secondo piano, che ha l’obiettivo di accogliere i bambini in uno spazio più ampio e confortevole, nonché adeguato all’intensità di cura necessarie. Il nuovo reparto è infatti dotato di 13 posti letto, suddivisi in 3 stanze singole e 5 doppie, con bagno e zona filtro.

La Fondazione Forma, come per tutti i suoi progetti, si è impegnata a trasformare questi locali in un luogo in cui ci si prende cura. Lo ha dotato dei migliori arredi sanitari, lo ha umanizzato con accessori e colori, pensando sempre alle famiglie che abiteranno le 8 camere di degenza e al personale sanitario che lavorerà in questo reparto, rendendolo funzionale. “Abbiamo cercato di avvicinarci il più possibile al concetto di casa”, ci tiene a sottolineare Fondazione Forma, Antonino Aidala.

redazione

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A LUGLIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.
SU