Scuola e formazione - 12 settembre 2022, 09:59

Scuola, il benvenuto di Salerno agli alunni: "Inizia il vostro percorso per diventare cittadini" [FOTO e VIDEO]

Da domani attivo il trasporto scolastico disabili: a gennaio il nuovo appalto mense

Il primo giorno di scuola

Il primo giorno di scuola

"Dopo due anni di pandemia, iniziamo questo nuovo anno scolastico senza mascherina e distanziamento: speriamo di stare vicini e di fare entrare il territorio nella scuola". A dirlo è l'assessore comunale all'Istruzione Carlotta Salerno, che questa mattina ha salutato i bambini di 1° elementare della Sclopis di via del Carmine 27 al loro debutto alla Primaria. 

"Rispettate il vostro vicino di banco" 

L'esponente della giunta Lo Russo, dopo aver dato il benvenuto agli alunni, agli insegnanti, al personale scolastico e ai genitori, ha rivolto un appello ai piccoli: "Vi dovete voler bene e rispettare il vostro vicino di banco: da lì inizia il vostro percorso per diventare cittadini, che potranno fare il medico, l'avvocato o magari l'amministratore cittadino". 

A gennaio nuovo appalto mense 

E l'apertura dell'anno scolastico è anche l'occasione per fare il punto sulle novità dell'assessorato. "Il nuovo appalto mense 2023/2027 del Comune di Torino - ha spiegato Salerno - partirà da gennaio: il cambio di gestione sarà fatto durante le vacanze natalizie". Tra gli assi portanti più cucine nei pressi delle scuole, la metà del cibo di origine biologica, menù studiati anche da grandi chef e soprattutto nessuno ribasso economico di gara: la spesa totale è di 150 milioni di euro

Da domani attivo il trasporto disabili 

Già da domani poi sarà attivo il trasporto scolastico disabili. "Abbiamo deciso di farlo partire - ha spiegato l'assessore all'Istruzione -  già dal secondo giorno: le famiglie hanno già ricevuto la pianificazione, che vogliamo più possibile sia stabile". Oggi è previsto un primo incontro formativo del Comune con gli accompagnatori, a cui ne seguiranno altre con la cooperativa. 

L'inizio della scuola torna ad essere una festa

Dopo gli anni contrassegnati dal Covid e dalle limitazioni, il primo giorno di scuola è tornato ad essere una festa. Certo, non è proprio tutto come una volta, i genitori non hanno potuto accompagnare i figli in classe, i banchi restano separati, ma per gli allievi che debuttano in prima elementare alla "Elsa Morante" di piazzetta Jona, nel quartiere Mirafiori sud, è stato un inizio pieno di sorrisi e di allegria.

Il benvenuto dei più grandi ai 'primini'

Gli studenti più grandi (entrati con mezz'ora di anticipo) hanno accolto i 'primini' con cartellini di benvenuto ed un lungo applauso, prima che le insegnanti facessero l'appello, chiamando uno ad uno i bambini per la composizione delle classi.

Poi è stato il momento di entrare finalmente in classe per l'inizio di una nuova avventura: per chi fino a pochi mesi fa pensava solo al gioco e al divertimento all'asilo, da oggi si inizia a fare sul serio, anche se l'atmosfera era quella di una bella festa.

Anche alle medie si torna in classe, senza limitazioni

Anche per chi va alle medie la campanella ha suonato puntuale, questa mattina: con orari diversi a seconda della "provvisorietà" e, in alcuni casi, con orizzonti diversi a seconda dell'avvio della mensa. La vera novità, però, accanto al gradino salito rispetto alle Elementari, è la possibilità di stare in classe senza mascherina e di nuovo con il vicino di banco.
Un enorme passo avanti, quasi una "(ri)conquista" dopo anni trascorsi tra limitazioni e didattica a distanza. E i ragazzi della "Calamandrei", sede di via Nichelino (la centrale è in corso Benedetto Croce), hanno portato con sé questo sorriso in più, in cartella: poter finalmente vedere il sorriso e non solo gli occhi di chi è pronto a crescere al loro fianco.

Cinzia Gatti

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

SU