Eventi | 20 gennaio 2022, 12:40

Il Polo del '900 e la Scuola di Comics raccontano il Giorno della Memoria 2022

Lunedì 24 gennaio un incontro per presentare il libro "Le matite sbriciolate" in cui le tragiche e sofferte vicende storiche diventano pagine disegnate

Il Polo del '900 e la Scuola di Comics raccontano il Giorno della Memoria 2022

Nel contesto delle iniziative legate al giorno della Memoria, lunedì 24 gennaio alle ore 16, si terrà un incontro presso la Sala Didattica del Polo del ‘900  di corso Valdocco dedicato all’importanza e al modo di raccontare e testimoniare ai più giovani la memoria degli internamenti militari.

 

L’occasione per farlo sarà la proficua collaborazione tra Polo del ‘900 e Scuola Internazionale di Comics di Torino, che ha trasformato l’esperienza diretta narrata nel libro Le matite sbriciolate. I militari italiani dei lager nazisti di Antonella Bartolo (Rubbettino Editore) in un libro per bambini intitolato Le matite sbriciolate di nonno Antonio. Le tragiche e sofferte vicende storiche diventano pagine disegnate che parlano a nuove generazioni e a un nuovo millennio, per non dimenticare.

 

Interverranno l’autrice Antonella Bartolo e Manfredi Toraldo, vicedirettore della sede di Torino della Scuola Internazionale di Comics, e coordinerà l’incontro Luciano Boccalatte, direttore di ISTORETO.

 

Nella sede del Polo del ‘900 verranno mostrati i disegni degli studenti dei corsi di illustrazione della Scuola Comics che hanno partecipato alla realizzazione del libro.

comunicato stampa

Leggi tutte le notizie di E POE...SIA! ›

Johanna Finocchiaro

Buongiorno, Good morning, Bonjour, Buenos Días, Namasté!
Sono Johanna. Classe 1990, nata a Torino, impiegata, appassionata di lingue straniere e poetessa. Già, poetessa.
Scrivo sin dalla tenera età (mi sono innamorata della poesia dal primo incontro, alle elementari) e leggo, leggo tanto, sempre e ovunque. La mia massima fonte d'ispirazione è l'arte: mi conquista la sua immediatezza, la forza comunicativa, la varietà di forme e concetti espressi, la chiarezza.
Viaggiando, ho compreso quanto il mondo sia dinamico. Mi ci sono adattata, pian piano, stravolgendo piani e idee. Oggi lavoro per un importante istituto bancario ma continuo a essere curiosa. E gioiosa. Faccio parte della corrente letteraria dei Poeti Emozionali e ho, all'attivo, la pubblicazione di tre libri: una silloge corale, un e-book e l'ultimo arrivato, “Clic” (L’Erudita Editore).

E POE...SIA!
Questa rubrica nasce sotto una buona stella o così mi piace pensare; si propone, con determinazione, di avvicinare il lettore a un genere letterario incompreso ma testardo: la poesia.
Perché no!? Perché non recuperarla dal cassetto, vestirla con abiti nuovi, freschi, darle una possibilità? La possibilità di emozionarci, semplicemente questo: riflettere, sentire qualcosa, qualsiasi cosa, con e grazie a Lei.
Allontaniamoci dall'impostazione scolastica e dall'analisi del testo, lasciando spazio, invece, all'analisi del SENSO. Senso che sta per ragione e sensazione insieme. Impariamo a cercare la curiosità, prima delle domande. Accendiamo il pensiero. Che dite, ci lanciamo nel viaggio? Al paracadute provvedo io! 

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium