/ Politica

Politica | 15 giugno 2021, 16:54

Fondi React-Eu, in arrivo 80 milioni di euro: "Torino sarà più vivibile e solidale"

Crescono da 70 a 80 milioni i fondi che andranno rendiconti entro il 2023 e verranno spesi subito: ecco come, progetto per progetto

panorama di torino

Fondi React-Eu, in arrivo 80 milioni di euro: "Torino sarà più vivibile e solidale"

"Non abbiamo mai avuto risorse simili a disposizione negli ultimi 10 anni". E' questa l'ammissione della sindaca Chiara Appendino circa i fondi React-Eu, finanziamenti europei che rivoluzioneranno il volto di Torino entro il 2023.

Sì, perché di tutti i fondi in arrivo, i React sono quelli che andranno spesi più velocemente, tanto che andranno rendicontati entro il 2023.  I primi bandi per gli interventi da realizzare partiranno già nel mese di luglio e questa mattina, intanto, la Giunta ha approvato il piano di opere da finanziare.

Piano delle opere da quasi 80 milioni

Dei 79,8 milioni di euro, 18,45 verranno destinati alla mobilità: 2 milioni per i sensori di gestione del traffico, 2 per i percorsi lungo la Dora, 2,93 per il parco auto del Comune, 3 per le scuole car free e 8,5 per le reti ciclabili. Una grossa fetta della torta pari a 25 milioni di euro spetterà invece alle scuole. Nello specifico, 13,5 milioni di euro serviranno per la riqualificazione energetica delle scuole materne, elementari e medie, mentre 11,5 per gli istituti superiori. 19 invece i milioni di euro che ricadranno per i quartieri e il verde: fondi che permetteranno di sistemare i viali alberati, i boschi, i parchi e le aree verdi, oltre a dare vita al progetto "Abitare in sicurezza" e al progetto "Valdocco vivibile". Infine, 4 milioni andranno a digitalizzare la burocrazia, 8,57 verranno destinati al sociale e 4,8 al capacita building e all'assistenza tecnica.

Pironti: "Entro l'estate i primi bandi"

"Entro l'estate partiremo con i primi affidamenti e i primi bandi per l'assunzione del nuovo personale con contratto di formazione lavoro. Abbiamo tutte le competenze, capacità e e voglia di ripartire" ha affermato entusiasta Marco Pironti, assessore all'Innovazione del Comune di Torino.

"Abbiamo costituito un coordinamento politico e tecnico per spendere queste risorse, che serviranno per attuare Torino 2030: una città partecipata, dinamica, vivibile, solidale" ha spiegato Appendino. "La città sarà più vivibile e solidale" ha promesso la sindaca, soddisfatta per l'arrivo imminente dei fondi React Eu.

Andrea Parisotto

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium