E poe...sia! | 17 settembre 2023, 09:52

ADMO Più siamo, meglio è

ADMO Più siamo, meglio è

Buongiorno e ben ritrovati!

Passato una piacevole estate? Se la risposta è affermativa, non posso che gioirne. In caso negativo, invece, spero possiate ricordare almeno un singolo momento di leggerezza e pace vissuto durante la pausa estiva... un film, una passeggiata, un caffè in buona compagnia... ed incamerarne il ricordo in profondità.

Quello di oggi non è un articolo come gli altri; probabilmente non è neppure definibile come tale.

Ciò che vi apprestate a leggere somiglia più a un'eco, un forte e potente effetto Doppler, la cui fonte sonora originaria risiede nel cuore stesso.

Sì, amici #poetrylovers, tant'è: perché ho talmente a cuore questa causa da aver pensato di aprire la quarta edizione della mia rubrica - a proposito, buon compleanno "E Poe...sia"! - condividendola con tutti voi. Esplorandone l'importanza e ritrasmettendola nel modo migliore possibile. Quale? Il mio, ovviamente: a parole e, soprattutto, in versi!

Felice di "prestarmi", oggi, a una divulgazione non soltanto culturale bensì funzionale: un messaggio che arricchisca il lettore, rendendolo contemporaneamente cosciente di un bisogno e consapevole della sua potenziale utilità sociale. Padrone di rispondere concretamente a una richiesta di aiuto non ancora soddisfatta e neppure lontanamente esaurita, ben informato sui fatti così come sui falsi miti.

Di cosa si tratta? Se vi ho incuriositi almeno un pizzico, se volete scoprire come rendere la vostra umanità "utile" e "concreta", non vi resta che approfondire quanto ADMO (Associazione Donatori Midollo Osseo) riporta sul suo sito internet:

"Ogni anno, per oltre 1.900 pazienti solo in Italia, il trapianto di cellule di Midollo Osseo è l’unica terapia possibile per guarire da un tumore del sangue come la #leucemia”. Senza contare #linfomi, #mielomi e #neoplasie, forme cancerogene troppo spesso contratte in età infantile.

“ADMO (di cui esiste la sezione Piemonte ODV)  si occupa di informare e sensibilizzare la popolazione sulla donazione di cellule staminali del MO a favore di pazienti oncoematologici che necessitano di questo trattamento.

Grazie ai volontari presenti su tutto il territorio regionale, sviluppa campagne formative nelle scuole e nelle università e crea eventi di iscrizione al Registro Italiano Donatori tramite la semplicissima e rapida raccolta di campioni salivari, effettuata da personale sanitario volontario".

Per chi aspetta un trapianto di midollo osseo, solo 1 persona su 100.000 potrebbe essere compatibile. Una percentuale dello 0,001%. Per averne dimostrazione, basti pensare ai dati emblematici dell'anno 2021: su oltre mezzo milione di soci iscritti (precisamente 519.648), le donazioni effettive di cellule staminali sono state 300.

Non serve una laurea in fisica quantistica per calcolare il peso schiacciante e amaro delle probabilità. Scarse, basse, rare. Una situazione senza sbocco; o forse no? Critica di certo, ma disperata no! C'è ancora tempo e spazio e volontà a sufficienza per armarsi a dovere e prepararsi alla lotta contro il male; se è pur vero che la realtà va affrontata di petto e senza falsarne le difficoltà (sarebbe soltanto più brusco il risveglio dalla menzogna) è altrettanto vero quanto l'unione faccia la forza. E che nella quantità, per una volta, risiede il segreto del successo: più siamo meglio è.

Per questo, dal 1990, ADMO si adopera affinché i cittadini sappiano (la chiave è sempre lei, la conoscenza!) della possibilità di aiutare i malati in modo sorprendentemente semplice, rapido e indolore, tramite la donazione e il trapianto di midollo osseo. Effettuati con banalissimi prelievi di sangue presso la struttura ospedaliera più prossima al donatore o, comunque, quella da lui scelta.

I passi da compiere sono pochi e richiedono un tempo e un impegno molto limitati; un "prezzo" da pagare assai esiguo se si pensa alla possibilità - per quanto rara - di salvare una vita. Io stessa nell'autunno 2022, ho iniziato e terminato la procedura di iscrizione nel giro di soli tre giorni, tenendo conto che la compilazione dei dati si effettua comodamente da casa; l'unica "uscita" extra riguarda l'appuntamento per il prelievo presso l'ospedale aderente. A distanza di poche settimane, infine, si riceve la conferma telematica dell'effettiva iscrizione al Registro dei Donatori di Midollo Osseo (IBMDR), con l'attivazione della propria pagina personale, in cui è indicata la propria tipizzazione HLA.

In calce all'articolo, per vostra massima comprensione, potrete trovare un prospetto che riassume tutte le fasi.

Infine, ADMO si interfaccia quotidianamente con gli organi sanitari italiani e internazionali per implementare lo sviluppo del Registro, le normative e le politiche di reclutamento, oltre al confronto con le commissioni scientifiche e le associazioni di volontariato impegnate sul campo.

Essenziale ricordare che il rispetto del diritto alla salute del singolo è il primo passo per ottenere maggior benessere e migliori cure per l'intera collettività. Le nostre decisioni socio-etico-morali riguardano gli altri più di quanto immaginiamo. La cittadinanza attiva, la società civile per come la intendiamo e la pretendiamo quando siamo noi ad essere nel bisogno, non esisterebbe senza individuali ma quotidiane scelte di altruismo. Non permettiamo si estingua!

Piuttosto, come in questo caso, operiamo come suoi garanti e diveniamo parte integrante della sua tutela. Di cui la salute è, forse, il più indifeso degli aspetti.

Vi ringrazio per aver letto fin qui; adesso sta a voi aiutarmi a diffondere ancor più capillarmente questo messaggio - tra amici, colleghi e familiari - affinché la sua eco avanzi e raggiunga chiunque. Perché quel chiunque, là fuori, possa sapere e rendersi protagonista di un miracolo.

La poesia di oggi, cari amici, è un mio componimento dal titolo “Ramificare", contenuto nella raccolta omonima pubblicata da Eretica Edizioni, di cui vi lascio il link:

https://www.ereticaedizioni.it/prodotto/johanna-finocchiaro-ramificare/


Onestà di sangue 

Nei miei occhi

Si riflette nei tuoi

E la osservo là

Ramificare



Questo verso in particolare:

"Onestà di sangue"

Cosa può esserci di più onesto, del sangue?



Pensateci su.

Alla prossima

Al seguente link, una bella chiacchierata con ADMO Piemonte:

Johanna Poetessa

Leggi tutte le notizie di E POE...SIA! ›

Johanna Finocchiaro

Buongiorno, Good morning, Bonjour, Buenos Días, Namasté!
Sono Johanna. Classe 1990, nata a Torino, appassionata di musica, viaggi, lingue straniere e poesia. Già, POESIA.
Scrivo sin dalla tenera età (mi sono innamorata di lei al nostro primo incontro, alle scuole elementari) e leggo, leggo tanto, sempre e ovunque. La mia massima fonte d'ispirazione è la natura e l'arte sua complice: mi conquistano l'immediatezza, la forza comunicativa, la varietà di forme e concetti espressi, la contraddizione.
Viaggiando ho compreso quanto il mondo sia immenso, dinamico ed io piccola. Mi ci sono adattata, pian piano, stravolgendo i piani e spostando i limiti. Oggi, continuo ad essere curiosa. E gioiosa. Mi occupo di divulgazione culturale e ho all'attivo quattro pubblicazioni: Clic (L'Erudita Editore), Ramificare (Eretica Edizioni), Specchi (Scrivere Poesia Edizioni), L'Atto versato (Edizioni Il Cuscino di Stelle). Obiettivo primario: sostenere una cultura consapevole, socialmente impegnata.
Mi trovate anche su Wikipoesia!

E POE...SIA!
Questa rubrica nasce sotto una buona stella o così mi piace pensare; si propone, con determinazione, di avvicinare il lettore a un genere letterario incompreso quanto testardo: la poesia.
Perché no!? Perché non recuperarla dal cassetto, vestirla con abiti nuovi, freschi, darle una possibilità? La possibilità di emozionarci, semplicemente questo: riflettere, sentire qualcosa, qualsiasi cosa, con e grazie a Lei.
Allontaniamoci dall'impostazione scolastica e dall'“analisi del testo”, lasciando spazio, invece, all'analisi del SENSO. Senso che sta per ragione e sensazione insieme. Impariamo a cercare la domanda, prima della risposta. E accendiamo il pensiero, tra racconti e storie positive che vado scovando per il mondo. Che dite, ci lanciamo nel viaggio? Al trasporto provvedo io!

Leggi anche

domenica 19 maggio
domenica 21 aprile
domenica 17 marzo
domenica 18 febbraio
domenica 21 gennaio
domenica 15 ottobre
domenica 23 luglio
domenica 11 giugno
domenica 21 maggio
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium