/ Attualità

Attualità | 26 febbraio 2018, 10:02

A Torino, il Tribunale Arbitrale per Impresa, Lavoro e Sport: una giustizia di prossimità al cittadino

Procedimenti più semplici per garantire la certezza del diritto nelle controversie contrattuali. Per usufruire dei servizi, è sufficiente sostituire la clausola penale presente nei contratti con quella che conferisce il giudizio al Tribunale Arbitrale

A Torino, il Tribunale Arbitrale per Impresa, Lavoro e Sport: una giustizia di prossimità al cittadino

“Riportare il cittadino nella casa della giustizia”: questo è la missione del neonato Tribunale Arbitrale per l'Impresa, il Lavoro e lo Sport, inaugurato venerdì 23 febbraio a Torino. Un organo che, partendo da Milano, si sta diffondendo in tutta Italia, con lo scopo di mettere in comunicazione le persone con la certezza del diritto, sulla base della terzietà del giudizio.

Per “arbitrato” s'intende un metodo alternativo di risoluzione delle controversie - senza ricorso a un procedimento giudiziario - per risolvere liti in materia civile e commerciale, mediante l’affidamento di un incarico a un soggetto terzo rispetto alla controversia, detto arbitro, o a più soggetti terzi, che formano il collegio arbitrale.

Fondamento del Tribunale è l'elevata competenza e professionalità dei suoi giudici arbitri chiamati a dirimere le liti. Altro cardine, la brevità dei tempi per la sentenza, che viene espressa nell’arco dei sei mesi successivi all’instaurarsi della lite, a fronte dei diversi anni diversamente richiesti dai processi. È un giudizio di primo grado a tutti gli effetti, che si sostituisce al primo grado del Tribunale ordinario, divenendo immediatamente esecutivo.

Una giustizia, semplice, immediata ed efficiente, che può garantire la certezza del diritto nelle controversie contrattuali, stanando chi si nasconde dietro le lungaggini della giustizia ordinaria. Per usufruire dei servizi a disposizione sarà sufficiente sostituire la clausola penale presente nei contratti con quella che conferisce il giudizio al Tribunale Arbitrale per l’Impresa il Lavoro e lo Sport.

Chiamato a presiedere la delegazione regionale del Tribunale ILS è Francesco D’Alessandro, professionista, imprenditore,  consulente e corrispondente diplomatico, da sempre a sostegno della piccola e media impresa del territorio.Presenti all'inaugurazione di Torino, anche diverse autorità: il presidente nazionale del Tribunale Arbitrale Franco Antonio Pinardi, il presidente del consiglio regionale del Piemonte Mauro Laus, l’assessore regionale allo sport Giovanni Maria Ferraris, il presidente di Confartigianato Torino Dino De Santis.

Per informazioni: Tribunale Arbitrale per l'Impresa, il Lavoro e lo Sport – Delegazione Piemonte, Via Caprera, 28 10136, Torino, tel. 391.7074346 - www.tribunalearbitralepiemonte.it

Manuela Marascio

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium