/ Calcio

Calcio | 15 gennaio 2020, 11:00

“Amici per la ricerca”, a Torino un torneo per dare un calcio alla fibrosi cistica

Da sabato 18 gennaio a sabato 8 febbraio dieci squadre suddivise in due gironi si affronteranno in 7 giornate di gara presso la struttura della Scuola Calcio CBS di corso Sicilia 58

“Amici per la ricerca”, a Torino un torneo per dare un calcio alla fibrosi cistica

                                                                                                                            

I giovani calciatori della categoria “Piccoli Amici 2013/2014” scendono in campo a favore della ricerca sulla fibrosi cistica – la più frequente fra le malattie genetiche gravi che colpisce circa un bambino su 2.500 nati – nel primo torneo “Amici per la Ricerca”, promosso dalla Scuola Calcio CBS e dalla Fondazione Ricerca Fibrosi Cistica Onlus.

Da sabato 18 gennaio a sabato 8 febbraio dieci squadre suddivise in due gironi si affronteranno in 7 giornate di gara presso la struttura della Scuola Calcio CBS, a Torino, in corso Sicilia 58. Al termine del torneo tutti i bambini partecipanti verranno premiati.

In campo scenderanno due squadre del CBS, Torino F.C., Candiolo, Calcio Chieri, Pro Eureka, Chisola Calcio, Piobesi Calcio, Venaria, BSR Grugliasco.

Parte del ricavato del torneo (biglietto di ingresso alle partite: 5 euro) verrà devoluto dalla Scuola Calcio CBS alla Fondazione Ricerca Fibrosi Cistica Onlus

Nelle giornate della manifestazione (18, 19, 24 e 25 gennaio, 1, 2 e 8 febbraio) all’interno della struttura sarà presente un gazebo della Fondazione FC presso il quale il pubblico potrà effettuare donazioni libere e i volontari forniranno informazioni utili sulla patologia e sulle attività  a sostegno della ricerca scientifica.

Come società sportiva, e ancor più per la nostra forte connotazione con il territorio, abbiamo sempre avuto a cuore la crescita dei bambini e le loro necessità. Poter organizzare un torneo di questo tipo, e con questa valenza benefica, è una gioia prima ancora che un impegno logistico – dichiara Renzo Zecchi, presidente della C.B.S. Scuola Calcio - d’altronde, da molti anni siamo impegnati con attività ed eventi collegati all’area ospedaliera di questa parte di Torino, in particolare con l’Ospedale Infantile Regina Margherita e l’Ospedale Sant’Anna. Sono enormemente felice di poter ospitare sui nostri campi questa manifestazione e di poter dare un nostro contributo alle attività della Fondazione, e spero che il pubblico partecipi attivamente e con entusiasmo.

Questa iniziativa sportiva dedicata ai giovani è piena di significato. Evoca, tra l'altro, la grande competizione ingaggiata dalla Fondazione per la Ricerca sulla Fibrosi cistica per sconfiggere la più diffusa malattia genetica grave, la fibrosi cistica. In Italia conta 2 milioni e mezzo di portatori sani, che la possono trasmettere ai figli – afferma il professor Gianni Mastella, fondatore e Direttore Scientifico della Fondazione Ricerca Fibrosi Cistica -.  La malattia compromette la funzione di molti organi e porta a insufficienza respiratoria, accorciando la vita di chi ne è colpito. L'iniziativa ricorda anche che lo sport ha una speciale indicazione nei ragazzi con fibrosi cistica, perché ne ottimizza l'attività metabolica favorendo una migliore funzionalità respiratoria e cardiocircolatoria nonché più efficienti attitudini fisiche e psichiche, essenziali per contrastare la malattia».

I piccoli calciatori scenderanno così in campo per dare vita a uno spettacolo agonistico e sportivo che avrà un unico scopo: quello di segnare un importante gol e vincere la partita contro la fibrosi cistica.

R.T.

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium