/ Cronaca

Cronaca | 21 aprile 2020, 07:13

Porta Palazzo, le condizioni per riaprire il mercato: spazi limitati e rotazione degli operatori

Giovedì il Comitato per l'Ordine Pubblico e la Sicurezza valuterà la nuova proposta. Tra le richieste della Città anche recinzioni, varchi di accesso e uscita, aree di stazionamento e presidio costante

Porta Palazzo, le condizioni per riaprire il mercato: spazi limitati e rotazione degli operatori

Come annunciato ieri, il mercato all'aperto di Porta Palazzo potrebbe riaprire lunedì 27 aprile. In attesa della decisione definitiva, che verrà presa giovedì dal Comitato Provinciale per l'Ordine Pubblico e la Sicurezza presieduto dal prefetto Claudio Palomba, resta da capire come verrà allestito per rispettare le stringenti norme legate al distanziamento e alla sicurezza.

Secondo le prime indicazioni, la Città avrebbe chiesto ai rappresentanti degli ambulanti di modificare i progetti presentati inizialmente limitando lo spazio da destinare ai banchi orto-frutticoli e alimentari alle aree già normalmente riservate a questa tipologia di merce (esedre est di Piazza della Repubblica, ndr), lasciando libere le altre in vista di una prossima riapertura dei mercati non alimentari; l'esatto contrario di quanto fatto nel mese di marzo, quando si era deciso di occupare gran parte della superficie della piazza.

Viste le limitazioni e la necessità di rispettare le distanze di sicurezza, per garantire a tutti gli operatori di poter lavorare, sarebbe al vaglio una modalità di turnazione; tra le richieste del Comune, inoltre, non mancherebbero varchi fissi di entrata e uscita costantemente presidiati, una recinzione con transenne, aree di stazionamento del pubblico in attesa e la provvisoria sospensione delle fermate del trasporto pubblico situate nelle immediate vicinanze dei banchi.

Nonostante le nuove prospettive, tra gli ambulanti vige comunque una certa preoccupazione: “Non prendendo alcuna decisione diretta - fanno sapere alcuni di loro – il Comune ci sta dando la responsabilità della riapertura o meno del mercato. Con la riduzione dello spazio disponibile, inoltre, i banchi disponibili quotidianamente potrebbero essere considerevolmente inferiori rispetto al solito”.

La riapertura, al di là di tutto, verrebbe comunque accolta positivamente: “Considerate le premesse – aggiungono dalla Fondazione di Comunità Porta Palazzo, da sempre a fianco degli operatori - ripartire lunedì, anche con la turnazione, sarebbe già qualcosa e ci impegneremo al massimo perché questo accada. Viste le prospettive occorrerà, comunque, trovare soluzioni valide sul medio-lungo periodo per poter permettere a tutti di riprendere a lavorare in sicurezza”.

Dalla Circoscrizione 7 trapela invece soddisfazione: “Avevamo auspicato – commentano il presidente Luca Deri e il coordinatore al commercio Michele Crispo – la riapertura di Porta Palazzo con modalità rispettose delle norme di sicurezza e condivise con i commercianti in una lettera inviata alla sindaca Appendino e all'assessore Sacco”.

Marco Berton

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium