/ Aurora / Vanchiglia

Aurora / Vanchiglia | 23 aprile 2020, 07:00

Porta Palazzo, ultima spiaggia per la riapertura: 90 banchi a rotazione settimanale

Oggi si riunirà la Commissione per decidere, forse definitivamente, le sorti del mercato orto-frutticolo e alimentare all'aperto. C'è grande attesa ma tra gli operatori sale la frustrazione

Porta Palazzo, ultima spiaggia per la riapertura: 90 banchi a rotazione settimanale

Porta Palazzo, ultima spiaggia: oggi, infatti, si riunirà il Comitato Provinciale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica presieduto dal prefetto Claudio Palomba per decidere il futuro del mercato orto-frutticolo e alimentare all'aperto. Nel frattempo è giunta all'assessorato al commercio della Città di Torino l'ultima proposta fatta dai commercianti per il sì definitivo.

Il progetto rivisto prevede la riapertura dei 90 banchi (in condizioni normali sono 180, 230 se inclusi gli spuntisti) già montati rispettando le distanze di sicurezza nell'esedra sud-ovest di Piazza della Repubblica, quella storicamente riservata alla parte orto-frutticola; l'area, interamente recintata con transenne e reti da cantiere, resterebbe aperta da lunedì a sabato con orario 7-14. La Commissione Mercato ha accettato anche la richiesta di rotazione, adeguata su base settimanale. 

Gli ingressi sarebbero due, in corrispondenza dei vertici del mercato coperto V alimentare: il primo in prossimità della galleria Umberto I (piazzetta battitori) e il secondo all'altezza del civico 10 di Piazza della Repubblica (angolo Corso Regina Margherita); i varchi avranno un'area di stazionamento per la clientela in attesa e saranno segnalati da apposita cartellonistica. Altrettante le uscite, posizionate verso il centro della piazza ma rivolte in direzioni opposte. 

Il presidio dell'intera area e la gestione dei flussi verrebbero invece affidati ad operatori contrattualizzati e formati dell'associazione Eco delle Città: gli stessi, muniti di mascherine (fornite dalle farmacie presenti sulla piazza, ndr), guanti monouso e pettorina di riconoscimento, resteranno in contatto radio sia con il responsabile del mercato che con la polizia municipale presente sul posto. A supporto dell'attività è stato proposto anche il reclutamento di volontari tra gli operatori del mercato non in turno.

Regolamentate, infine, anche le modalità di vendita: gli ambulanti, opportunamente protetti, dovranno depositare i prodotti acquistati a lato del banco, alternandosi con il cliente al momento del pagamento per evitare eventuali contatti; ad ogni postazione potranno accedere al massimo in due, con distanze di sicurezza segnalate da nastri bianco-rossi incollati sulla pavimentazione. 

Per il verdetto definitivo non resta che aspettare la riunione del Comitato: cresce l'attesa, anche tra i residenti orfani di un punto di riferimento importante dove poter fare una spesa completa ed economica, ma tra gli ambulanti serpeggia la frustrazione per una situazione bloccata da ormai un mese.

Marco Berton

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium