/ 

In Breve

| 22 luglio 2020, 18:55

Sabato parte la traversata cicloturistica da Bardonecchia a Otranto

Dall'estremo ovest all'estremo est del Paese: l'arrivo previsto il 1° agosto

Sabato parte la traversata cicloturistica da Bardonecchia a Otranto

Nell’ambito del Progetto “Balance on the world”, prende il via all’alba di sabato 25 luglio la traversata dell’Italia in bici a trazione muscolare da Bardonecchia, comune turistico montano torinese a Otranto, porto antico, punto di partenza per crociati e pellegrini diretti in Terra Santa, e ora centro turistico pugliese nella provincia di Lecce: 1.500 km, da percorrere, senza stop, in sette tappe di 200 chilometri per giorno, dal comune più a ovest al comune più ad est del Bel Paese, attraversando numerosi centri di interesse turistico ed artistico.

Protagonisti due giovani cicloturisti: Umberto Morelli, 27 anni, ingegnere aereospaziale, appassionato di bicicletta da sempre e Paolo Testa, 28 anni ingegnere navale, entrambi residenti nell’entroterra savonese, uniti da una profonda e consolidata amicizia sin dall’infanzia, già protagonisti di viaggi in bicicletta in Europa: dalla Liguria alla Camargue francese, 600 chilometri percorsi in una settimana e da Savona a Lisbona, passando per il Cammino di Santiago de Compostela, 2.500 chilometri in un mese di viaggio, con la donazione delle loro biciclette ad un orfanotrofio.

Convinti assertore dei diritti di tutti gli amanti la bicicletta e tra i sostenitori della raccolta denaro da destinare alla Fondazione Michele Scarponi, che da anni si batte perché i ciclisti, gli utenti più deboli delle strade, possano viaggiare in completa sicurezza.

“Non siamo dei professionisti – sostiene Umberto - ma facciamo le cose molto sul serio. Il progetto di cicloturismo/ultracycling ci appassiona molto e ci fa sognare. Lo abbiamo presentato sulla nostra pagina https://www.facebook.com/balanceontheworld, e dei nostri viaggi hanno ampiamente parlato riviste del settore, giornali cartacei e online. Un successo che ha invogliato alcuni importanti sponsor tecnici e no, a sostenere concretamente il nostro progetto di cicloturismo fondato su una consolidata amicizia, valori, ideali e una gran voglia di esplorare noi stessi e gli altri. Ci farebbe molto piacere se questo nostro viaggio rappresentasse il punto di partenza per incrementare ulteriormente i rapporti tra il Piemonte, la montagna e la Puglia, il mare”.

“Una affascinate ed impegnativa idea attraversare in bicicletta l’Italia da Bardonecchia ad Otranto - dice Francesco Avato, il sindaco -  Sicuramente un’interessante iniziativa ed esperienza che travalica gli aspetti prettamente sportivi per esaltare fondamentali ed imprescindibili valori umani”.

comunicato stampa

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium