Economia e lavoro | 23 ottobre 2021, 12:15

La cantina Produttori di Govone apre le porte al pubblico

Domani, domenica 24 ottobre torna “Cantine Aperte in Vendemmia” per scoprire insieme la metamorfosi dell'uva

La cantina Produttori di Govone apre le porte al pubblico

La vendemmia in Piemonte è quasi giunta al termine e nelle cantine sta per iniziare una nuova fase della produzione del vino, che porterà sulle nostre tavole uno dei prodotti immancabili secondo la tradizione. Per permettere ad appassionati e curiosi di scoprirne il dietro le quinte, la cantina Produttori di Govone ha organizzato “Cantine Aperte in Vendemmia”, un’occasione per scoprire la metamorfosi dell’uva, dalla vigna al calice. 

Domenica 24 ottobre dalle ore 9 alle ore 17, dunque, la storica cooperativa cuneese aprirà le proprie porte per una visita guidata della cantina con degustazione dei suoi vini e dei prodotti tipici, visita guidata del centro storico, dei giardini e del Castello Reale di Govone, per terminare l’esperienza con l’esibizione degli sbandieratori del Palio di Asti Borgo Viatosto. 

Un’occasione per scoprire il lavoro che si cela dietro la produzione del vino immergendosi, al contempo, nel territorio che fin dalla sua nascita nel 1957 ospita la cooperativa. Proprio in quell’anno, infatti, da un forte spirito di unione dei fondatori e dalla loro passione per la tradizione vinicola, nasce la cantina Produttori di Govone. 

Conosciuta per i suoi vini di alta qualità fortemente rappresentativi del territorio, la cooperativa oggi può contare su circa 250 soci conferenti, 300 ettari di vigneto dislocati nelle aree di Alba, Langhe, Roero, Asti e Monferrato e oltre 2 milioni di litri di vino prodotti ogni anno per il piacere dei clienti che, da tutto il mondo, ricercano il sapore dell’eccellenza piemontese. 

Coniugando modernità e tradizione, infatti, Produttori di Govone è riuscita a valorizzare la sua particolare collocazione geografica, facendo dello spirito d’unione il motore trainante della cantina. Una realtà, dunque, che ha sempre fatto della cooperazione uno dei pilastri fondanti del proprio lavoro e del proprio successo perché, come sottolinea il Presidente di Produttori di Govone, Ferruccio Cantamessa, “Cooperazione vuol dire coinvolgere tutti i soci verso uno scopo unico e comune da raggiungere insieme, sempre alla ricerca di nuovi stimoli e nuove idee attraverso il confronto, con la partecipazione e l’impegno totale ai progetti di qualità e sviluppo della nostra realtà contadina”. 

Proprio la cooperazione, dunque, ha permesso alla cantina di produrre vini di qualità, dall’inconfondibile carattere piemontese, come il Barbera d’Alba DOC, il Dolcetto d’Alba DOC, il Barbera d’Asti DOCG e tutti gli altri vini della tradizione regionale. Ma, oltre ai vini caratteristici delle terre sabaude, la cooperativa scommette sulla modernità e sulla varietà dando vita a innovative linee di prodotti, tra cui anche i distillati. 

“Cantine Aperte in Vendemmia” sarà quindi l’occasione per conoscere meglio i prodotti della cantina, dai più tradizionali ai più innovativi. Per partecipare all’iniziativa è obbligatoria la prenotazione, chiamando lo 0173 58120 o scrivendo a er@produttorigovone.com.

informazione pubblicitaria

Leggi tutte le notizie di STORIE SOTTO LA MOLE ›

Rossana Rotolo

Nata e vissuta a Torino, mi sono allontanata per qualche anno ma, dopo due brevi parentesi a Berlino prima e in Trentino poi, ho deciso di tornare a casa. Nonostante un’educazione di carattere prettamente scientifico, la passione per la scrittura ha preso presto il sopravvento e ho cominciato a raccontare con costanza il mondo della creatività, dall’arte contemporanea al teatro, dall’editoria all’arte di strada. Ho fatto del racconto del talento altrui la mia più grande missione.

Storie sotto la Mole
Poche città posseggono un patrimonio di storie e leggende quanto Torino. Ho ideato questa rubrica per dare spazio ai numerosi miti nati all’ombra della Mole: dall’origine dei dolci più prelibati, agli angoli nascosti della città fino ai numerosi fantasmi che ne occupano vie e palazzi. In questo spazio racconto a modo mio le storie più note, quelle meno note e anche alcune di mia completa invenzione.

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium