/ Attualità

Attualità | 28 novembre 2021, 18:19

Vigone ha la sua torta delle feste: la ‘Vigolosa’

La storia e la leggenda del nuovo dolce con farina di mais

La torta Vigolosa

La torta Vigolosa

Frutto della collaborazione tra panettieri e pasticceri vigonesi, la ‘Vigolosa’ è il dolce tipico del paese: “Lavorando tutti insieme hanno, infatti, contribuito a definire la ricetta finale a base farina di mais, ingrediente che la lega al territorio in cui nasce. Gli artigiani della pasticceria ‘Dolci tentazioni, della pasticceria ‘Chiri’, della panetteria ‘Rollè’, della panetteria ‘Peretti’ e del ‘Forno di Milanesio’, dopo alcune riunioni per discutere sulla creazione e sulla realizzazione di un dolce che potesse rappresentare il paese in cui vivono, hanno sfornato la ‘Vigolosa’” racconta Alessandro Artero, consigliere comunale, promotore dell’idea, sostenuta da tutta l’Amministrazione. 

“Volevamo che Vigone avesse un dolce tipico, una torta delle feste, a partire dagli ingredienti che si possono facilmente reperire sul nostro territorio – continua Artero –. Durante le riunioni tra panettieri e pasticceri, a cui ho assistito, ho avuto modo di capire quanto i nostri artigiani conoscano bene la materia prima con cui lavorano e la cura con cui è stata creata la torta. Dopo alcune prove, il dolce ha raggiunto il suo aspetto e sapore finale”. La torta, a proposito di collaborazione, si può acquistare in qualunque panetteria o pasticceria che ha partecipato alla sua realizzazione. 

La sua presentazione ufficiale è stata rimandata più volte dal settembre 2020, a causa del Covid, ma la ‘Vigolosa’ è stata finalmente prestata lo scorso ottobre, durante la 22° Fiera del Mais e dei Cavalli, attraverso un racconto di fantasia: “Abbiamo pensato di dare una storia alla nascita della ‘Vigolosa’ e, per farlo, abbiamo coinvolto le maschere carnevalesche della tradizionale vigonese, il ‘Cunt Rugnun’ e la ‘Bela Isidora’. Secondo la leggenda inventata, i due nobili avrebbero ricevuto, dal cuoco di una corte da cui erano in visita, la ricetta di un dolce. Tornati a Vigone, il ‘Cunt Rugnun’ e la ‘Bela Isidora’ l’avrebbero donata ai cittadini, i quali, grazie all’utilizzo degli ingredienti tipici, come la farina di mais, l’avrebbero poi trasformata nella ‘Vigolosa’”. 

Veronica Signoretta

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium