/ Attualità

Attualità | 07 agosto 2022, 11:25

Il Palaghiaccio di Torre Pellice apre a settembre, con lo spettro chiusura anticipata

Il sindaco Marco Cogno ha avvisato le associazioni sportive con una lettera dove solleva il problema dei costi dell’energia e il rischio razionamenti

Il Palaghiaccio di Torre Pellice

Il Palaghiaccio di Torre Pellice

Il costo dell’energia sta mettendo in difficoltà il Palaghiaccio di Torre Pellice: la Regione ha messo sul piatto un contributo di 300 mila euro e pochi giorni fa un’una tantum di 50 mila, ma il rischio è che la spesa non sia più sostenibile. Nei primi mesi dell’anno è costato già 220 mila euro, circa 70 mila in più di quanto previsto. A fine anno, se i costi dell’energia continueranno a galoppare, si potrebbe arrivare a 500 mila.

Troppi soldi per il Comune di Torre Pellice, che lo gestisce per conto dell’Unione montana del Pinerolese, perché dovrebbe sborsare 150 mila euro per integrare quanto destinato dalla Regione. In più c’è il rischio razionamento per svincolarsi dalle forniture di gas russo. Insomma, le incognite sono molte, per questa ragione il sindaco torrese Marco Cogno ha scritto alle società sportive: “Noi riaccenderemo l’impianto il 29 agosto e dopo 8 giorni sarà utilizzabile, ma ho voluto chiarire la situazione, perché tutti ne siano consapevoli e sappiano che il quadro geopolitico e nazionale che stiamo attraversando potrebbe portarci a chiusure anticipate del servizio”.

Marco Bertello

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium