/ Cronaca

Cronaca | 29 novembre 2022, 15:20

Caso Juve: la procura valuta la rinuncia all'appello sull'interdizione per i dirigenti dimissionari

Lo scorso 12 ottobre il gip aveva respinto la richiesta di arresti domiciliari per Andrea Agnelli

andrea agnelli

Caso Juve: la procura valuta la rinuncia all'appello sull'interdizione per i dirigenti dimissionari

La procura di Torino, dopo le dimissioni del cda avvenute nella serata di ieri, potrebbe rinunciare all'appello contro la decisione del gip che lo scorso 12 ottobre aveva respinto la richiesta di misure cautelari nei confronti di alcuni esponenti del consiglio d'amministrazione della Juventus, tra cui il presidente uscente Andrea Agnelli.

Lo si apprende da fonti giudiziarie. La richiesta di misure cautelari personali (per alcuni indagati), tra cui gli arresti domiciliari e l'interdizione per Agnelli, era stata avanzata nel corso dell'inchiesta gestita dai pm Mario Bendoni, Ciro Santoriello e l'aggiunto Marco Gianoglio.

In sede di appello la richiesta, invece, era di un provvedimento di interdizione dalle cariche societarie per i vertici del club, ma non le misure cautelari. L'indagine per falso in bilancio e false comunicazioni si è conclusa e nei giorni scorsi sono stati sentiti ex sindaci e ex revisori dei Conti che hanno deciso spontaneamente di parlare con i magistrati.

A quanto si appende, due memorie sono state presentate da altrettanti indagati, che nella vicenda sono 15, sedici con la società Juventus.

redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium