/ Sport

Sport | 22 marzo 2023, 20:37

Volley, il cielo è biancoblù sopra Timisoara: Chieri nella storia con la conquista della Challenge Cup

Lugoj battuto 3-0 anche nella finale di ritorno, le ragazze di coach Bregoli salgono sul tetto d'Europa

lugoj-chieri

Chieri nella storia con la conquista della Challenge Cup di volley (foto di Luca Ravera)

Il cielo è biancoblù sopra Timisoara. La Reale Mutua Fenera Chieri ’76 riscrive la sua storia e scrive un pezzetto di storia della pallavolo conquistando la CEV Challenge Cup 2022/2023: il primo trofeo europeo del club nella stagione del suo battesimo nelle competizioni continentali, 14 anni dopo la sua nascita avvenuta nel maggio 2009. Nell’albo d’oro della manifestazione succede a Scandicci.

Il trionfo della squadra di Giulio Cesare Bregoli, tanto voluto quanto meritato, corona uno straordinario percorso in coppa: 12 vittorie in altrettante partite giocate, 15 contanto anche le partite vinte nella WEVZA Cup che a ottobre l’aveva qualificata alla Challenge. L’ultima e più importante arriva alla Sala Constantin Jude di Timisoara contro il CSM Lugoj, piegato 0-3 andando a bissare lo 3-0 del mercoledì precedente al Pala Gianni Asti di Torino.
La vittoria, con un triplice 21-25, poggia su una prestazione solida e attenta in una gara quasi sempre condotta, tranne i primi punti del primo set. Poi una lunga cavalcata verso la vittoria e i meritatissimi festeggiamenti.

CSM Lugoj-Reale Mutua Fenera Chieri ’76 0-3 (21-25; 21-25; 21-25)
CSM LUGOJ: Tanja Grbic 2, Martiniuc 7, Bezhandolska 6, Gemanariu, Ruban 6, Georgiana Popa 5; Popovic (L); Rus 6, Roman 1, Strachinescu 2, Anghelache 2, Adriana Popa (2L). All. Segret; 2° Dragan Grbic.
REALE MUTUA FENERA CHIERI ’76: Bosio 1, Grobelna 12, Mazzaro 6, Weitzel 9, Cazaute 15, Villani 12; Spirito (L); Morello, Rozanski 6, Storck 3, Nervini, Butler 1.
ARBITRI: Ilhan (Turchia) e Balandzic (Serbia).
NOTE: presenti 1400 spettatori. Durata set: 27’, 28′, 30′.

La cronaca

Primo set – L’avvio di gara è favorevole al Lugoj: 3-0, 7-3. Dopo il time-out chierese Grobelna ferma la striscia locale, quindi le biancoblù iniziano a trovare il ritmo e si riavvicinano. Sul 9-7 l’attacco di Cazaute manda sulla linea dei 9 metri Weitzel: il suo turno di battuta si apre con l’ace del 9-9, e prosegue per altri 8 punti fino al 9-16 (Villani). Le biancoblù gestiscono bene il vantaggio fino al 15-20. Le padrone di casa si riportano e contatto e sfiorano il pareggio a 19-20 (muro di Martiniuc). Time-out di Bregoli e nel momento più delicato Grobelna mette a terra due palloni (19-22). Nel finale Chieri non si fa più avvicinare e chiude 21-25 alla prima palla set su ace di Weitzel.

Secondo set – Sul 9-9 Chieri guadagna un primo break a 9-12, che poi conserva fino al 17-20. Il Lugoj riporta il punteggio in parità a 20 con Martiniuc dopo la verifica al videocheck. Mazzao a muro, Cazaute con un ace e un attacco di Grobelna riportano avanti Chieri (20-23). Rozanski dà il cambio a Villani e realizza subito il 21-24. Nello scambio successivo il muro di Weitzel regala la CEV Challenge Cup a Chieri.

Terzo set – Bregoli conferma nel sestetto Rozanski, dopo alcuni scambi inserisce Morello e Storck, e nel finale dà spazio anche a Nervini e Butler. Il set si sviluppa in modo lineare, con Chieri che guadagna subito qualche punto di margine e con un ritmo molto regolare non si fa più avvicinare, fino al punto della vittoria, messo a terra da Storck al primo match point.

Il commento
Filippo Vergnano: "Una giornata bellissima. La vittoria di oggi è un po’ come la nostra storia, un cammino lungo, difficile da pensare all’inizio. Un passettino alla volta, e ora siamo riusciti a realizzare il nostro sogno".

redazione

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A GIUGNO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di TorinOggi.it su WhatsApp ISCRIVITI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium