/ Attualità

Attualità | 04 febbraio 2024, 16:58

Da 33 anni imbattuto, la Val Pellice invita gli atleti a superare il record di Claudio Galeazzi

L’atleta aveva chiuso la competizione individuale della Tre Rifugi in due ore, due minuti e quattordici secondi

Il detentore del record della Tre Rifugi, Claudio Galeazzi

Il detentore del record della Tre Rifugi, Claudio Galeazzi

Un premio di 2.000 euro in buoni valore per chi batterà il record di Claudio Galeazzi alla Tre Rifugi del 1991. Il comitato organizzatore della classica competizione di marcia alpina della Val Pellice, prova così ad invogliare i corridori a misurarsi con le due ore, due minuti e quattordici secondi con cui il campione ossolano tagliò il traguardo. La Tre Rifugi si svolgerà sabato 27 luglio e la gara sarà individuale. “Galeazzi era un atleta del corpo forestale, più volte campione d’Italia e in gara ai campionati mondiali di corsa in montagna. Aveva dunque una preparazione importante ma non aveva mai provato prima precorso” ricorda Daniele Zoppi, responsabile organizzativo.

L’unico ad essersi avvicinato al record individuale è stato, nel 2021, Martin Dematteis chiudendo la gara in due ore e 3 minuti: “Ma la partenza era al rifugio Barbara Lowrie mentre quest’anno, per poter ufficializzare l’eventuale nuovo record – spiega Zoppi -, si partirà dal rifugio Willy Jervis”. Proprio Martin, con il fratello Bernard, nel 2019, avevano battuto lo storico record della competizione a coppie che risaliva al 1976 ed era di Erminio Nicco e Silvio Calandri.

Elisa Rollino

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A MARZO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di TorinOggi.it su WhatsApp ISCRIVITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium