/ Basket

Basket | 21 dicembre 2019, 16:02

Il Crocetta inciampa ancora nel tabù derby

Con il Campus Piemonte Basketball finisce 78 a 68

Il Crocetta inciampa ancora nel tabù derby

I derby si confermano il tallone d’Achille stagionale della Crocetta, sempre uscita a mani vuote dalle stracittadine eccezion fatta per quella con la Ginnastica.
Dopo i punti lasciati per strada con 5 Pari (dentro) e Collegno (fuori), i salesiani marcano il passo anche all’Einaudi di Moncalieri contro il Campus Piemonte e chiudono il 2019 con due sconfitte.
Classica prova in rincorsa quella dei ragazzi di Conti, un passo dietro ai padroni di casa, nel punteggio – almeno per larghi tratti, anche se i gialloverdi arrivano anche al sorpasso nel corso della terza frazione -, ma soprattutto sul piano dell’interpretazione dei temi della gara.
Le insidie ipotizzate alla vigilia si materializzano fin dalle primissime battute, con la Crocetta che deve fare presto i conti con la grande energia dei giovanissimi avversari. I salesiani compensano per qualche minuto con pari disciplina e aggressività e, nonostante le mani stentino a scaldarsi, al 3’ trovano da Pozzato il 4-5.
Lo spessore tecnico e fisico proposto con continuità permette ai padroni di casa di porre le basi per il prosieguo: dopo il 9-5 di Castellino, da situazione di palla recuperata, Conti ci vede lungo e prova a tamponare il primo accenno di criticità.
Non ci riesce. E alla rimessa di piede sul parquet è ancora la discontinuità offensiva – condizionata dall’imprecisione in fase di finalizzazione - ad impedire alla Crocetta di trarre giovamento dall’eguale partenza a rilento avversaria.
Gli ospiti si danno coraggio con Pasqualini, ma ai canestri del 9-7 e poi del 13-9 non danno seguito (5 su 20 al tiro il totale del primo periodo, con 4 su 11 da due, 1 su 9 da tre). Il Campus punisce con ogni rigiocata e con Mortarino concretizza il doppio possesso pieno di scarto all’8’.
La Crocetta non riesce sfruttare il bonus (nessun libero in oltre 3 minuti), anche se alla fine trova un’altro spiraglio di luce con Antonietti, bravo ad ispirare l’azione con un recupero e poi a correggere il proprio errore dopo un rimbalzo offensivo: 15-11 quando il match sta per voltare la sua prima pagina.
L’incipit della seconda è tutto di Reggiani, che affonda il coltello per due volte in un minuto: 19-11.
Ancora una chiamata per Antonietti e quindi due liberi di Maino accorciano per qualche secondo, ma a fare la partita sono sempre i padroni di casa: il 22-15 è di Ianuale.
Il coinvolto Antonietti è il baluardo issato dai crocettini, che però non sanno fare di meglio che mettere in fila altre 3 perse (e fanno 10 in un quarto d’ora): sulla terza Castellino apre il varco a 10 punti.
Alla costante ricerca di un equilibrio nel gioco e nei quintetti, la Crocetta si fa un po’ più pratica e con il solito Antonietti e con Maino restringe il passivo fino al -5: 27-22 a 2 e mezzo dall’intervallo.
Con la dotazione di falli spesa tutta a porre argine all’esuberanza dei locali, i salesiani si fanno pescare impreparati nella transizione verso il proprio canestro. Però, dopo il +9 di Ianuale, hanno un sobbalzo: Bonadio arpiona una carambola tra le mani avversarie e realizza il -7, poi Maino porta a casa finalmente il massimo bottino a 30 secondi dal ritorno negli spogliatoi.
Il -4 è la fotografia nitida di 20 minuti fatti di manovre rapidissime, pochi falli (16 in tutto, equamente ripartiti), poche interruzioni per tirare dalla linea (5 i liberi di Campus, 2 quelli della Crocetta).
La ripresa vede Antonietti protagonista assoluto. l’opera di contenimento del Campus sulle sue iniziative verso il ferro si rivela di colpo inadeguata: tutti dell’ala gli 8 punti che ispirano l’aggancio a quota 35.
Il frangente favorevole culmina con un libero di Pasqualini: 35-36 al 23’. Il Campus però gioca come se nulla fosse e, non solo non concede altro terreno ma riguadagna subito la testa e nei successivi minuti di gomito-a-gomito si tiene per lo più davanti, anche se raggiunge nella migliore delle ipotesi il +4: 50-46 al 27’, con tre di Reggiani. Il dito nella falla ce lo mette ancora Pasqualini, una trentina di secondi più tardi, pure lui da oltre il perimetro arcuato.
Il 50-49 fa ipotizzare che la Crocetta possa dire la sua, e invece è proprio negli ultimi 70 secondi del quarto il Campus vince la partita: doppio Reggiani, canestro di Arduino, in mezzo tre conclusioni senza esito e una persa degli ospiti che, quasi senza accorgersene, si ritrovano ad affrontare gli ultimi dieci minuti sotto di 8 punti.
E c’è pure di peggio, perché il passaggio a vuoto si prolunga, così come si allunga di pari passo il break moncalierese: di Castellino e Ianuale il 61-49 (12-0).
La camionata con rimorchio di perse e un mirino che non ne vuole sapere di trovare un’adeguata taratura arrestano per 4 eterni minuti la marcia crocettina. Quando Andreutti la riavvia, il Campus è ormai andato: 63-51.
Con le unghie i salesiani cercano alla disperata un appiglio, Antonietti si riprende il proscenio e con una striscia di 6 punti riapre una questione che sembrava chiusa: 63-57 al 34’.
Più che egregio il lavoro difensivo dei salesiani, che non si fanno perforare per oltre 3 minuti, ma dall’altra parte gettano alle ortiche le opportunità per mettere il pepe sulla coda avversaria. E una bomba di Mortarino li relega di nuovo a -9.
Ci sono ancora quasi 5 minuti e con il bonus a favore la Crocetta non è ancora morta: Antonietti sa cosa fare, il 2 su 2 vale il 66-59. Il Campus spreca, Pozzato ferma ancora il cronometro ma segna solo una volta: 66-60.
Freddissima e lucida, la squadra di casa respinge ancora tutto, con Ianuale. Sul 69-60 in lunetta ci va Maino: l’1 su 2 serve a poco, perché sul rovesciamento di fronte Cerruti è spietato: 71-61 al 37’.
Sulla persa dal passaggio di Andreutti, Castellino uccide una volta per tutte la speranza ospite: 73-61.
Nel finale il Campus ridisegna il massimo sul +13 con Origlia, la Crocetta non riesce più a scendere sotto i 10.

CAMPUS PIEMONTE BASKETBALL-DON BOSCO CROCETTA: 78-68 (15-11, 31-27, 57-49)
CAMPUS: Castellino 8, Ianuale 13, Mortarino 8, Origlia 11, Cerruti 14, Arduino 3, Merello 3, Corgiat Loia, Framarin, Perotti n.e., Reggiani 18, Obakhavbaye. All. Mosso.
CROCETTA: De Simone 2, Pasqualini 14, Bonadio 2, Maino 19, Pozzato 4, Bonelli, Barraz, Antonietti 24, Andreutti 3, Possekel, Giordana. All. Conti. Ass. Usai.

R.S.

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium