/ Attualità

| 28 marzo 2020, 20:42

Coronavirus, i giocatori della Juve rinunciano agli stipendi da marzo a giugno: 90 milioni di euro risparmiati

Il ringraziamento della società: "I calciatori e l’allenatore per il senso di responsabilità dimostrato in un frangente difficile per tutti"

Coronavirus, i giocatori della Juve rinunciano agli stipendi da marzo a giugno: 90 milioni di euro risparmiati

La notizia era nell'aria da giorni, anticipata oggi dal nostro portale sportivo torinosportiva.it, nel tardo pomeriggio è arrivata la conferma ufficiale in una nota della Juventus: i giocatori bianconeri hanno deciso di rinunciare agli ultimi quattro mesi di stipendio di questa stagione, a seguito dello stop del campionato per il coronavirus.

Andrea Agnelli, scrivendo una lettera agli altri presidenti dell'Eca, aveva fatto capire che questa emergenza sanitaria metteva a rischio la sostenibilità economica dei grandi club, i calciatori bianconeri hanno capito la delicatezza del momento, venendo incontro alle richieste della società. "Juventus Football Club S.p.A. comunica, in ragione dell’emergenza sanitaria globale attualmente in corso che sta impedendo lo svolgimento dell’attività sportiva, di aver raggiunto un’intesa con i calciatori e l’allenatore della Prima Squadra in merito ai loro compensi per la restante parte della corrente stagione sportiva", si legge nella nota ufficiale. 

"L’intesa prevede la riduzione dei compensi per un importo pari alle mensilità di marzo, aprile, maggio e giugno 2020. Nelle prossime settimane saranno perfezionati gli accordi individuali con i tesserati, come richiesto dalle normative vigenti. Gli effetti economici e finanziari derivanti dall’intesa raggiunta sono positivi per circa euro 90 milioni sull’esercizio 2019/2020"., prosegue la nota.

"Qualora le competizioni sportive della stagione in corso riprendessero, la Società e i tesserati negozieranno in buona fede eventuali integrazioni dei compensi sulla base della ripresa e dell’effettiva conclusione delle stesse". Un passaggio che lascia intendere come, molto difficilmente, il campionato potrà riprendere nei prossimi mesi.

"Juventus desidera ringraziare i calciatori e l’allenatore per il senso di responsabilità dimostrato in un frangente difficile per tutti", conclude la nota. Ora si attendono analoghe prese di posizioni dai tesserati delle altre società, per evitare che il giocattolo calcio vada in frantumi.

Massimo De Marzi

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium